Pasqua

Le ricette per realizzare degli ottimi piatti per le festività della Santa Pasqua le trovi tra le idee per festività. 

Ciambellone di Pasta al forno

Ciambellone di Pasta al forno

Ciao a tutti, Ciambellone di Pasta al forno

INGREDIENTI PER QUATTRO PORTATE

500 GR DI TORTIGLIONI

1 MELANZANA VIOLA DAL PESO DI 200 GR

2 UOVA

10 FETTE DI PROVOLA

FORMAGGIO GRATTUGIATO

750 ML DI PASSATA DI POMODORO

1 CIPOLLA DI TROPEA

2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

SALE

COSA SERVE

2 PENTOLE – TEGLIA A FORMA DI CIAMBELLONE – COLTELLO – PIATTO FONDO 

PROCEDIMENTO

Preparazione Sugo

  • In pentola mettete l’olio e la cipolla sminuzzata
  • Soffriggete a fuoco medio
  • Aggiungete la passata di pomodoro
  • Cuocete il sugo per almeno un’ora
  • A fine cottura salate

Preparazione Ciambellone di Pasta al forno

  • Preparate le uova sode, mettetele a bollire per 15 minuti
  • Tagliate la melanzana a rondelle
  • Cuocete la pasta al dente, ricordate di salare
  • Condite la pasta con una parte del sugo
  • Versate a fondo stampo un pò di sugo
  • Foderate lo stampo con le melanzane
  • Poggiate uno strato di pasta
  • Aggiungete le uova sode tagliate
  • Coprite con uno strato di melanzane
  • Aggiungete uno strato di pasta
  • Ultimate con la provola e infine una buona grattugiata di formaggio. Ai bordi finite con il sugo.
  • Mettete in forno 30 minuti, modalità statico

 

 

Stiamo a casa, magari finirà tutto!

Gnocchi al profumo d'inverno

Gnocchi al profumo d’inverno

Ciao, oggi metto in tavola un pò di sapori inverno autunno e aggiungo la pasta fatta in casa, ho creato gli Gnocchi al profumo d’inverno. E’ un’idea che accompagna anche chi è vegetariano. Seguimi.

INGREDIENTI PER DUE PORTATE

250 GR DI GNOCCHI Per ottenerli ti lascio sia qui ( clicca la porola Gnocchi),  che a fine ricetta il link su come lavorarli 

200 GR DI FUNGHI MISTI

1 CIPOLLA DI TROPEA

100 GR DI CAROTE

 2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

BASILICO

1 PEPERONCINO PICCANTE

SALE

COSA SERVE

2 PENTOLE – PIATTO FONDO – GRATTUGIA

PROCEDIMENTO

Ottenuti gli Gnocchi  prepariamo il soffritto.

In pentola versate l’olio e  la cipolla sminuzzata. Pulite le carote, grattugiatele e unitele. Sminuzzate il peperoncino aggiungetelo.

Soffriggete un paio di minuti, versate i funghi e il basilico sminuzzato. Lasciate cuocere a fuoco basso controllando che non si asciughino, nel caso aggiungete acqua durante la cottura.

Gnocchi al profumo d’inverno

In acqua bollente leggermente salata cuocete gli gnocchi, saranno pronti quando saliranno a galla. Una volta cotti prendeteli con la schiumaiola dalla pentola e versateli nel soffritto, mantecate a fuoco basso.

Servite in piatto piano gli Gnocchi al profumo d’inverno

Come vi dicevo ad inizio ricetta, vi riporto nuovamente il link di come ottenere gli Gnocchi, (basterà cliccare sulla parola o sull’immagine che vedi sotto)

E’ un’idea da servire durante le festività natalizie, non tutti mangiamo il pesce!

Buon appetito

Ricetta Gnocchi
Paglia e fieno al sapore di zucca

Paglia e fieno al sapore di zucca

E’ arrivata la primavera, mettiamo in tavola i colori con una ricetta gustosa, Paglia e fieno al sapore di zucca, aggiungiamo un ingrediente in più l’arista di maiale.

INGREDIENTI

250 GR PASTA ALL’UOVO PAGLIA E FIENO

400 GR DI ZUCCA

200 GR DI ARISTA DI MAIALE TAGLIATA A CUBETTI

1 SPICCHIO DI AGLIO

2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

PREZZEMOLO

2 BICCHIERI DI ACQUA NATURALE

SALE

50 GR DI PARMIGIANO GRATTUGIATO

COSA SERVE

PADELLA – PENTOLA – PIATTO FONDO

PROCEDIMENTO

Pulite la zucca privandola dei semi e della buccia, vi lascio il link  del video COME PULIRE LA ZUCCA . Tagliatela a cubetti. Versate in padella l’olio, l’ aglio, il prezzemolo sminuzzato e i cubetti di arista. Fate soffriggere, aggiungete la zucca, continuate la cottura versando l’ acqua, in modo che il soffritto non si asciughi. A fine cottura salate. Cuocete la pasta e unitela al soffritto.  Servite spolverando il piatto con il Parmigiano.

Paglia e fieno al sapore di zucca
Paglia e fieno al sapore di zucca

DOLCETTI AL COCCO E AMARENA

Ciao a tutti, voglia di dolcezza cuciniamo i dolcetti al cocco e amarena

INGREDIENTI

DOLCETTI AL COCCO E AMARENA

4 UOVA

200 GR DI ZUCCHERO

80 GR DI FARINA

80 GR DI FARINA 00

50 GR DI FARINA DI COCCO

120 ML DI ACQUA TIEPIDA

120 ML DI OLIO EVO

15 AMARENE DENOCCIOLATE ZUCCHERATE

20 ML SUCCO DI AMARENA

1 LIEVITO PER DOLCI

COSA SERVE

FORMINE IN SILICONE O ALLUMINIO – FRULLATORE – CIOTOLA

CUCINIAMO

  • Versate le uova e lo zucchero in ciotola,
  • Amalgamate con lo sbattitore fino ad ottenere un composto chiaro,
  • aggiungete la farina 0 e 00 setacciandola,
  • versate l’acqua lentamente e successivamente l’olio.
  • Unite la farina di cocco e il succo di amarena
  • Tritate le amarene, aggiungetele al composto
  • Unite il lievito.
  • Foderate gli stampi spennellandoli di olio e ricoprendoli di farina. Gli stampi in silicone possono anche non essere foderati.
  • Versate il composto  ad un quarto dello stampo; questo farà in modo che, durante la cottura, non trasbordino.

  • Cuocete in forno modalità statico a 120 gradi,
  • posizionate la placca a metà forno

DOLCETTI AL COCCO E AMARENA

biscotti di pasqua

PIE

PIE

Ciao a tutti, a giorni è Pasqua, ho preparato un dolce tipico della tradizione calabrese, il nome del dolce è PIE. E’ abitudine riunirsi alla ricerca degli ingredienti più genuini nei mercati per comprare le uova fresche, il vino cotto, l’uva passa. Comprati gli ingredienti si inizia a giocare con l’impasto versandolo nelle “Maide”, vasca gigante in legno in cui si versa la farina, le uova, lo zucchero e il burro, diventando così il divertimento dei grandi e piccini.

 

INGREDIENTI PER IL RIPIENO DELLE PIE

500 gr di UVA PASSA

400 gr  DI MARMELLATA DI UVA in alternativa potete usare quella di fragole

250 gr DI VINO COTTO o in alternativa 150 cl DI CAFFE’

400 gr DI NOCCIOLE

200 gr DI MANDORLE SPELLATE

300 gr DI CIOCCOLATO FONDENTE

4 gr O UNA BUSTINA DI CANNELLA

4 gr O UNA BUSTINA DI CHIODI DI GAROFANO

 

IMPASTO PIE

1 KG DI FARINA 00

6 UOVA

250 gr DI BURRO

300 gr DI ZUCCHERO

UNA BUSTINA DI LIEVITO

1 BUSTINA DI AMMONIACA PER DOLCI

MEZZO BICCHIERE DI LATTE TIEPIDO

1 BUSTINA DI VANILLINA

 

COSA SERVE

spianatoia, mattarello, bicchiere, carta forno, coltello, cucchiaino

Procedimento

Preparazione ripieno PIE

Preparare il ripieno il giorno prima dell’impasto. Tritate l’uva passa che precedentemente avete lavato e asciugato unite il cioccolato. In un contenitore, preferibilmente di vetro, mettete il vino cotto o il caffè, la marmellata e il tritato di uva passa e cioccolato, amalgamate il tutto, mettete in frigo a macerare.Tostate le mandorle in forno a 120 gradi per 2 minuti,. Tritate le mandorle e le nocciole e unitele al composto insieme ai chiodi di garofano e cannella.

Versate a fontana su una spianatoia la farina e  lo zucchero, amalgamateli, formate una fossetta al centro e mettete il burro, tagliato a pezzetti, unite le uova, l’ammoniaca sciolta in mezzo bicchiere di latte tiepido, (l’ammoniaca serve ad aumentare il volume delle pie nella fase lievitazione,se non piace potete anche non metterla), aggiungere il limone e infine il lievito.

Lavorate con cura e delicatezza l’impasto finchè non sarà omogeneo e morbido.

Stendete l’impasto, lo spessore circa 0,05 cm, formate i dischi con un bicchiere. Ricoprite un disco con il ripieno, coprite con un’altro disco, formate col coltello due tagli, pressate lungo i bordi per chiudere il tutto.

Ricoprite la teglia con carta forno, 150 gradi per forno elettrico statico, 180 per forno a gas, inserite la teglia a metà del forno, tempo 15 minuti

biscotti di pasqua PIE

biscotti di pasqua PIE

PIE

PIE

conchiglioni ripieni con ragù

Conchiglioni ripieni ai funghi e ragù

Ciao a tutti, oggi faremo i buonissimi Conchiglioni ripieni ai funghi e ragù

INGREDIENTI

BESCIAMELLAQUANTITA’
LATTE PARZIALMENTE SCREMATO1 L
NOCE MOSCATA1 CUCCHIAINO
BURRO LIGHT100 GR
FARINA4 CUCCHIAI
SALE1 CUCCHIAINO RASO
RIPIENO CONCHIGLIONIQUANTITA’
CONCHIGLIONI1 KG
FUNGHI200 GR
PROSCIUTTO COTTO200 GR
FORMAGGIO DA GRATTUGIARE200 GR
SALE
RAGU’ 200 GR ricetta in link Ragù gsartecucina
AGLIOPREZZEMOLO

OLIO EVO

1 SPICCHIO

2 CIUFFI

2 CUCCHIAI

COSA SERVE

2 PENTOLE – 2 TEGLIE –  PADELLA – 2 SCODELLE – TRITATUTTO – SAC A POCHE

PREPARIAMO LA BESCIAMELLA

  • In pentola a fuoco basso sciogliete il burro.
  • Unite la farina un pò alla volta e fate imbiondire il composto.
  • Versate il latte e addensate finchè non avrà raggiunto la consistenza che desiderate.
  • Unite la noce moscata e il sale.

PREPARIAMO IL RIPIENO PER I CONCHIGLIONI

Cottura dei funghi
  • Versate l’olio in padella insieme all’aglio sbucciato, al prezzemolo e i funghi.
  • Cuocete, per 20 minuti, a fine cottura salate.
  • Riducete con il tritatutto separatamente i funghi e il prosciutto.
  • In scodella preparate il composto con metà prosciutto tritato e metà formaggio grattugiato, aggiungete 3 cucchiai di besciamella al composto.

  • Preparate l’altro composto unendo il restante prosciutto tritato, il formaggio grattugiato, e il ragù, unite due cucchiai di besciamella.

Per la preparazione del ragù vi lascio il link → Ragù gsartecucina

Ripieno ragù

Ripieno ragù

Ambedue i ripieni dovranno avere una consistenza cremosa.

  • Sbollentate i conchiglioni, ricordate di salare, scolateli.

Piccola Astuzia

  • Appoggiate i conchiglioni in una ciotola colma di acqua fredda per pochi istanti, fermerete così la cottura, sarà più facile riempirli.
  • Riempite con il sac a poche.

Riempire i conchiglioni

Riempire i conchiglioni

  • Alla base della teglia versata l’olio e la besciamella. Appoggiate i conchiglioni ripieni e ricopriteli con la besciamella.

Cottura

Conchiglioni ripieni ai funghi e ragù
  • Forno a 150 gradi modalità ventilato tempo di cottura 30 minuti

Buonissimi  🙂

A destra trovate il tasto della chat se avete voglia di condividere con me arte e cucina.

Contatti

Ciao alla prossima  😆

Ravioli ai formaggi

Ravioli ai formaggi di gsartecucina

Ciao a tutti, era un pò di tempo che non facevo la pasta fresca, di solito utilizzo la ricetta che mi ha insegnato mamma. Ho voluto cambiare le dosi e sperimentare come la consistenza della pasta può migliorare secondo la percentuale di uova e farina, tutto questo preparando i Ravioli ai formaggi a modo di gsartecucina

Vediamo come

INGREDIENTI per 

Ravioli ai formaggi

INGREDIENTI PER L’IMPASTO DEI RAVIOLIQUANTITA’
UOVA 5SERVIRANNO 3 TUORLI E 2 UOVA INTERE
FARINA 00220 GR
SALE1 CUCCHIAINO
 
INGREDIENTI PER IL TRITO DI FORMAGGIQUANTITA’

FORMAGGIO DA GRATTUGIARE 

50 GR
PECORINO50 GR
CACIOTTA AL PEPERONCINO50 GR

 

INGREDIENTI PER IL RAGU’QUANTITA’

CIPOLLA ROSSA Dl  TROPEA

MEZZA
CAROTE2
SALSICCIA1
OLIO EVO3 CUCCHIAI
PASSATA DI POMODORO0,75 ML
 

COSA SERVE

SPIANATOIA — MATTARELLO — COLTELLO CON LAMA LISCIA O RONDELLA LISCIA — 2 PENTOLE – SCODELLA

 

PROCEDIMENTO

Prepariamo l’impasto

Versate sulla spianatoia tre quarti della farina, unite il sale e formate al centro una piccola fossetta, versate i tuorli, (ho usato uova di grandezza normale), amalgamate. Pian piano che l’impasto si lega, aggiungete le uova intere. Proseguite, lavorando la pasta finchè non avrà raggiunto una consistenza omogenea e morbida, la pasta sarà pronta quando non richiederà farina lavorandola. Formate una palla, e partendo dal centro iniziate a spianare con il mattarello. Per stendere bene la pasta è importante che il mattarello venga impugnato dai lati in modo che al centro si applichi una pressione omogenea, (in commercio trovate mattarelli che, impugnandoli lateralmente fanno scorrere il rullo). Lo spessore della pasta che dovrete ottenere è di 0,03 cm. Per ottenere la forma dei maltagliati tagliate la pasta in diagonale e in verticale.

 

Prepariamo il trito di formaggi.

tritate insieme tutti e tre i formaggi lasciatene da parte 50 gr.

Formiamo i Ravioli

Formate una striscia di pasta che si richiuda su se stessa. Disponete il trito di formaggi su metà della striscia, come fossero piccole montagnole, lasciate lo spessore di un dito fra una montagnola e l’altra, richiudete facendo pressione su tutto il perimetro della pasta, divide tagliando fra uno spessore e l’altro con un coltello liscio o una rondella.

Per chiudere meglio i ravioli, prendete la forchetta, con le punte pressate intorno al raviolo, fate attenzione a non bucare la pasta. Riponete i ravioli in un piatto senza sovrapporli.

Scegliete voi la grandezza dei ravioli, io li amo grandi  e quindi di solito li realizzo con questa dimensione: Larghezza 2,5 cm, lunghezza 3 cm.

Fare i ravioli non è difficile, il segreto è nell’impasto della pasta, più la pasta risulta asciutta, più i ravioli sono elastici alla lavorazione,  se nell’impasto si bilanciano bene i tuorli agli albumi i ravioli saranno facilmente lavorabili e in cottura non si apriranno.

PROCEDIMENTO PER IL RAGU’

Ora prepariamo il ragù. Tritate finemente la cipolla e la carota, sbriciolate la salsiccia, aggiungete l’olio, soffriggete per un palo di minuti e versate la passata di pomodoro. Cuocete per un’oretta.

Ravioli ai formaggi

Cuociamo e impiattiamo 

Una volta pronto il sugo, cuocete i ravioli, ricordate di salare, quando saliranno a galla lasciateli per un paio di minuti e scolateli con una schiumarola appoggiandoli in una scodella. Versate il sugo, amalgamate. Impiattate spolverizzando con il mix di formaggi precedentemente usato per il ripieno.

 

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Ciao a tutti, Mamma mi ha regalato questi buonissimi fagioli coltivati in Calabria in una località chiamata Monte Poro, ( cliccate sul link per vedere la mappa del luogo), ecco da dove parte l’idea della ricetta, Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

 

img_44032

Fagioli di Monte Poro

Vi parlo della località in cui si produce questa qualità di legume, scopriamola

Zona ricca di: agricoltura, allevamento di ovini, caprini e suini. Località non distante dal mare, ha un altitudine di 700 metri. La posizione geografica ottimale permette di arrivare alla bellissima Tropea, Nicotera, Vibo Valentia, Gioia Tauro. Si distingue per le distese di terra coltivata, da cui si producono sapori messi in tavola dai numerosi agriturismi che circondano la zona. Arrivando sul posto vi verrà voglia di assaggiare tutto ciò che è locale, per esperienza vi dico, che non è costoso ma è estremamente genuino.

A febbraio di alcuni anni fà insieme ai miei genitori siamo andati in una fattoria del luogo alla ricerca di prodotti tipici della zona, ovvero: la buonissima carne di maiale, gli insaccati tipici calabresi, pancetta, capicollo, salame, formaggio di capra e di mucca, per quest’ultimo ho avuto la bellissima esperienza di poter entrare in una stalla e assaggiare il latte appena munto, è stata una sensazione fantastica. Bianco come la neve aveva, un gusto intenso, pastoso molto denso, quasi fosse panna.

Ora condivido con voi uno di questi sapori di questo meraviglioso luogo.

La pasta che userò è pasta di grano duro con spinaci a forma di foglie di ulivo, non l’ho fatta io, l’ho comprata al supermercato incuriosita dalla pubblicità!

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Foglie di ulivo

Vediamo come si fa

PREPARIAMO I

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

INGREDIENTI PER I FAGIOLIQUANTITA’
FAGIOLI DI MONTE PORO250 GR
POMODORI PACHINO2
AGLIO1
PEPERONCINO PICCANTEMETA’
SEDANO1 COSTA
OLIO EVO3 CUCCHIAI
SALE 

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

 

INGREDIENTI PER LA PASTAQUANTITA’
PASTA FAGLIE DI ULIVO160 GR
FORMAGGIO PECORINO GRAtTUGIATO50 GR
SALE 


COSA SERVE 

2 PENTOLE

 

 

PROCEDIMENTO

Mettete i fagioli a mollo per un palo di ore. Passato il Tempo lavateli e versateli in pentola ricoprendo d’acqua. Aggiungete i pomodorini, l’aglio sbucciato, il peperoncino, il sedano. Cuocete per mezz’ora, attenzione che l’acqua non si asciughi troppo durante la cottura, nel caso aggiungetene. Una volta cotti, salate e versare l’olio. Fate riposare per un’oretta. Mettete l’acqua a bollire, cuocete le foglie di ulivo, salate. Nel frattempo che cuoce la pasta, mettete a riscaldare i fagioli. A fine cottura scolate e unite i fagioli alle foglie di ulivo, aggiungete il formaggio pecorino grattugiato, amalgamate. Non vi resta che assaporare questo gustoso piatto genuino.

 

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Sformato di Topinambur

Ciao a tutti, non avevo mai mangiato questa qualità di tubero e non sapevo neppure come si chiamasse, Lucrezia mi ha invitato a cena e mi ha detto.” guarda cosa cucino stasera Sformato di Topinambur”

Il Topinambur è un tubero dalle infinite proprietà nutrizionali e curative, sviluppa un fiore splendido, di colore giallo a forma di margherita.

Come si preparano, vediamo la ricetta di Lucrezia

Ingredienti

1 kg di Topinambur

1 etto di provola tagliata a cubetti

10 ciuffi di prezzemolo

1 aglio

pangrattato

3 cucchiai di olio di oliva

sale

1 limone

COSA SERVE

Teglia – Pentola

PROCEDIMENTO

Pulite i Topinambur togliendo la buccia, fatelo delicatamente, basterà strofinare facendo pressione e aiutandovi con il coltello, lavateli. Riempite una ciotola con acqua, spremete un limone, immergete i Topinambur, questo procedimento servirà a non farli annerire.

Versate dell’acqua in pentola mettete i topinambur e fateli lessare, la cottura avrà un tempo medio di 20 minuti. Scolateli e tagliateli a rondelle. Non buttate l’acqua ha un ricco contenuto  di sali minerali e potete usarla per creare un risotto al topinambur, mantecandolo con l’acqua stessa. Posizionate in teglia il topinambur, salate. Preparate il trito di aglio e prezzemolo, e versatelo sopra, aggiungete la provola e il pangrattato.

Mettete in forno a 180 gradi per 30 minuti.

Sformato di Topinambur

Sformato di Topinambur

Il topinambur è un tubero che contiene magnesio, potassio, ferro, vitamina A, C, E. che ci aiutano a fortificare le nostre difese immunitarie. Ha un basso indice glicemico.

E’ un’ alimento che non deve mancare sulla nostra tavola.

Sformato di Topinambur

Sformato di Topinambur

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: