primi piatti

Rigatoni al profumo di salvia con pesto di ricotta e melanzane

Rigatoni al profumo di salvia con pesto di ricotta e melanzane

Rigatoni al profumo di salvia con pesto di ricotta e melanzane

INGREDIENTI PER DUE PORTATE

300 GR DI MELANZANE 

300 GR DI RICOTTA DI PECORA

4 CUCCHIAI DI OLIO EVO

5 FOGLIE DI BASILICO

160 GR DI RIGATONI

FORMAGGIO DA GRATTUGIARE

FOGLIE DI SALVIA

SALE

COSA SERVE

Coltello – Pentola –  Padella –  Schiumarola – Mixer ad immersione – Piatto piano

PROCEDIMENTO

  • Pulite le melanzane privandole del gambo e della buccia.
  • Tagliatele a metà, dividi la metà e tagliatele a cubetti.
  • Versate in padella 2 cucchiai di olio evo e le melanzane.
  • Cuocete a fuoco basso, se le melanzane tendono ad asciugarsi durante la cottura aggiungete acqua.
  • A fine cottura salate
  • Versate la ricotta nel bicchiere del mixer ad immersione o in un contenitore con i bordi alti
  • Aggiungete 2 cucchiai di olio evo
  • Aggiungete le foglie di basilico
  • Frullate con il mixer ad immersione
  • Aggiungete le melanzane
  • Frullate con il mixer
  • Versate il contenuto nella padella in cui avete cotto le melanzane
  • Nell’acqua di cottura dei rigatoni aggiungete due foglie di salvia, fate bollire
  • Cuocete i rigatoni
  • Ricordate di salare
  • Scolate i rigatoni con una schiumarola
  • Poneteli nella padella in cui avete cotto le melanzane
  • Unite un terzo del pesto di ricotta e melanzane
  • Servite in piatto fondo 
  • Ponete sul fondo del piatto il pesto di ricotta e melanzane
  • Aggiungete i rigatoni
  • Completate il piatto con le foglie di salvia
  • Finite il piatto con una spolverata di formaggio da grattugiare
Rigatoni al profumo di salvia con pesto di ricotta e melanzane

Rigatoni al profumo di salvia con pesto di ricotta e melanzane

Ciambellone di Pasta al forno

Ciambellone di Pasta al forno

Ciao a tutti, Ciambellone di Pasta al forno

INGREDIENTI PER QUATTRO PORTATE

500 GR DI TORTIGLIONI

1 MELANZANA VIOLA DAL PESO DI 200 GR

2 UOVA

10 FETTE DI PROVOLA

FORMAGGIO GRATTUGIATO

750 ML DI PASSATA DI POMODORO

1 CIPOLLA DI TROPEA

2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

SALE

COSA SERVE

2 PENTOLE – TEGLIA A FORMA DI CIAMBELLONE – COLTELLO – PIATTO FONDO 

PROCEDIMENTO

Preparazione Sugo

  • In pentola mettete l’olio e la cipolla sminuzzata
  • Soffriggete a fuoco medio
  • Aggiungete la passata di pomodoro
  • Cuocete il sugo per almeno un’ora
  • A fine cottura salate

Preparazione Ciambellone di Pasta al forno

  • Preparate le uova sode, mettetele a bollire per 15 minuti
  • Tagliate la melanzana a rondelle
  • Cuocete la pasta al dente, ricordate di salare
  • Condite la pasta con una parte del sugo
  • Versate a fondo stampo un pò di sugo
  • Foderate lo stampo con le melanzane
  • Poggiate uno strato di pasta
  • Aggiungete le uova sode tagliate
  • Coprite con uno strato di melanzane
  • Aggiungete uno strato di pasta
  • Ultimate con la provola e infine una buona grattugiata di formaggio. Ai bordi finite con il sugo.
  • Mettete in forno 30 minuti, modalità statico

 

 

Stiamo a casa, magari finirà tutto!

Risotto integrale in besciamella e funghi

Risotto integrale in besciamella e funghi

Ciao a tutti, cuciniamo il Risotto integrale in besciamella e funghi.

INGREDIENTI

Ingredienti besciamella

50 gr di burro

40 gr di fecola

30 gr di farina 0

1 L di latte parzialmente scremato

Vendita

Ingredienti funghi trifolati

200 gr di funghi misti

2 cucchiai di olio evo

3 ciuffi di prezzemolo

50 gr di arista di maiale

1 spicchio di aglio

Vendita

Ingredienti riso

180 gr di riso integrale

2 Cucchiai di olio evo

2 L di acqua naturale

COSA SERVE

Padella – Pentola alta – Pentola bassa – Piatto fondo – Frusta

PROCEDIMENTO

Preparazione besciamella

  • In pentola alta sciogliete il burro a fuoco basso.
  • Unite le due farine e aggiungetele al burro, amalgamate velocemente con la frusta. Fate in modo che il composto imbiondisca.
  • Spegnete il fuoco e unite il latte lentamente amalgamando con la frusta.
  • Riposiziona la pentola a fuoco basso e mescola con la frusta.
  • Fate raggiungere la consistenza liquida e la cremosa della besciamella, dovrà scivolare dal cucchiaio.
  • salate

Preparazione funghi trifolati

  • Tagliate la carne a cubetti
  • Sminuzzate l’aglio
  • Tritate il prezzemolo
  • Mettete in padella l’olio, l’aglio, il prezzemolo, i funghi e la carne. Fate cuocere a fuoco medio. Aggiunge durante la cottura acqua per evitare che si asciughino i funghi.
  • salate

Risotto alla preparazione

  • Riscaldare 2 litri di acqua naturale.
  • In pentola bassa versate l’olio e il riso. Amalgamate a fuoco basso per due minuti. 
  • Unisci l’immagine alla volta durante la cottura.
  • Quando il riso sarà cotto amalgama i funghi trifolati.
  • Unite 4 mestoli di besciamella
  • Servite in piatto fondo.
Posso congelare il resto della besciamella che rimane?

Si certo. Puoi congelarla in bustine da congelatore o in contenitore di vetro termico.

Posso eliminare la carne in ricetta?

Certo, puoi procedere seguendo la ricetta senza carne. Otterrai un buon piatto quasi vegetariano.

La ricetta, Risotto integrale in besciamella e funghi, può essere utilizzata come primo piatto per il menù di capodanno.

Alla prossima ricetta

Lenticchia fine anno 2019/2020

Lenticchia fine anno 2019/2020

0 comments
Risotto integrale in besciamella e funghi

Risotto integrale in besciamella e funghi

Risotto integrale in besciamella e funghi, ottimo primo piatto, facile da realizzare. Trovi la ricetta della besciamella.

0 comments

Rotolo di Pan Bianco ripieno

Ciao a tutti, oggi vi propongo un’idea da servire come antipasto, finger food, veloce e semplice. Rotolo di Pan Bianco ripieno.

0 comments

Bucatini al guazzetto di Sardine

Ciao, Bucatini al guazzetto di Sardine, primo piatto di pesce semplice e veloce da realizzare. Ottima ricetta da aggiungere al menù di natale.

0 comments
Polpettone Tronchetto in Crema di funghi

Polpettone Tronchetto in Crema di Funghi

Ciao a tutti, per natale non può mancare nel nostro menù il tradizionale tronchetto. Aggiungi la ricetta del Polpettone Tronchetto in Crema di funghi, ai tuoi secondi.

0 comments
Pandoro alla Crema di Nutella

Pandoro alla Crema di Nutella

Ciao a tutti, ingredienti per rendere speciale il dolce di natale. Bastano: Panna, Nutella, Crema di Nutella per creare il Pandoro alla Crema di Nutella

0 comments
Gnocchi al profumo d'inverno

Gnocchi al profumo d’inverno

Ciao, oggi metto in tavola un pò di sapori inverno/autunno e aggiungo la pasta fatta in casa, ho creato gli Gnocchi al profumo d’inverno. Piatto Vegetariano

0 comments
Vellutata di zucca e pollo

Vellutata di zucca e pollo

Ciao a tutti, sfruttiamo il sapore degli ortaggi per preparare la vellutata di zucca e pollo. E’ un’ottima idea da servire durante le festività natalizie

0 comments
Stinco di prosciutto con zuppa di Lenticchia

Stinco di prosciutto con zuppa di Lenticchia

Buonissimo lo stinco di maiale accompagnato dalla zuppa di lenticchie, lascia un sapore unico al palato.
Ottimo da servire per la notte di San Silvestro o da aggiungere al nostro ricettario.

0 comments

Cotechino e fagioli

Siamo arrivati alla fine dell’anno! Tutti pronti al cenone e naturalmente non può mancare il piatto tradizionale della notte di San Silvestro, cotechino e lenticchie (di seguito il link su come preparare le lenticchie) Per chi vuole servirlo diversamente e in qualunque momento dell’anno, può accompagnarlo con altri legumi, ecco...

0 comments
ALBERO DI STELLE

ALBERO DI STELLE

Finalmente è arrivata la festa più Dolce dell’anno. Montiamo insieme il DOLCE ALBERO DI STELLE. Semplice e veloce da aggiungere al menù di Natale

0 comments

Torta albero di Natale

Ciao a tutti Vi auguro di trascorrere un felice natale con le persone che amate. Torta albero di natale per condividere le feste con dolcezza

0 comments
Ravioli ai formaggi

Ravioli ai formaggi di gsartecucina

Ciao a tutti, era un pò di tempo che non facevo la pasta fresca, ho voluto cambiare le dosi sperimentare un pò come la consistenza della pasta può migliorare secondo la percentuale di uova e farina.
La condivido con voi
Vediamo come 🙂

0 comments
Biscotti natalizi Last Minut per le festività COQUITOS 

COQUITOS 

COQUITOS dalla Spagna un dolce semplice dal gusto delicato da accompagnare durante la merenda o servire nelle festività. Semplice e veloce da realizzare.

0 comments

Secondi piatti last minut per Natale

Secondi piatti last minut per Natale. Veloce, semplice gustoso ed economico per grandi e piccini. Vieni a scoprire la ricetta

0 comments
PRIMI PIATTI LAST MINUT per le festività

Primi piatti last minut per Natale

Primi piatti last minut per Natale. Ottimizziamo il tempo, cucinando bene, risparmiando ed evitando lo spreco alimentare.

0 comments
ANTIPASTI VARIEGATI LAST MINUT PER LE FESTIVITA'

ANTIPASTI VARIEGATI LAST MINUT PER LE FESTIVITA’

Ciao a tutti,
non tutti abbiamo molto tempo e quello che abbiamo dobbiamo ottimizzarlo e durante le festività sembra essere ancora meno, ho pensato di proporvi piatti semplici e veloci per poter servire in tavola il buon gusto.
Partiamo dagli antipasti.

0 comments
Fusilli in Besciamella al prosciutto

Fusilli in Besciamella al prosciutto

Ciao, oggi Fusilli in Besciamella al prosciutto. Ricetta che possiamo conservare e utilizzare anche in altre ricette. La besciamella è un elemento ottimo da aggiungere ai primi e non solo anche ai secondi.

INGREDIENTI DUE PORZIONI

50 GR DI BURRO

50 GR DI FARINA 00

700 ML DI LATTE PARZIALMENTE SCREMATO

100 GR DI PROSCIUTTO COTTO

MEZZO CUCCHIAINO RASO DI SALE

160 GR DI FUSILLI

COSA SERVE

PENTOLA ALTA – PENTOLA – FRUSTA – TRITATUTTO – COLTELLO – PIATTO PIANO

PROCEDIMENTO

OTTENIAMO LA BESCIAMELLA
  • In pentola alta versate il burro, fatelo sciogliere a fuoco basso,
  • unite la farina al burro setacciandola,
  • amalgamate energicamente con la frusta a fuoco medio, fino ad ottenere un composto omogeneo e dorato. (Roux, nome del composto ottenuto dall’unione di burro e farina cotto).
  • Spegnete il fuoco e aggiungete lentamente il latte, mescolando con la frusta.
  • Riaccendete il fuoco basso e continuate ad amalgamare finché la besciamella non avrà raggiunto una consistenza fluida e cremosa. Vi consiglio di non farla troppo densa.

“Il tuo quaderno di cucina” ti consiglia le furbizie su, come ottenere una giusta consistenza alla besciamella. Ricorda che il quaderno, in cucina, non deva mancare, poiché risponde alle domande che ricorrentemente ti poni mentre cucini. Trovare le risposte semplici vuol dire imparare sempre e perfezionarsi. A Fine ricetta troverai il link dove trovare il quaderno.

  • Unite il prosciutto che avrete ridotto con il tritatutto, se non lo avete usate il coltello sminuzzandolo. Amalgamate.
  • Finite salando

Fusilli  in Besciamella al prosciutto

Fusilli in Besciamella al prosciutto

  • Cuocete i fusilli

Impiattate i Fusilli in besciamella al prosciutto. Finite il piatto versando sui fusilli un mestolo di besciamella.

Semplice facile, veloce e buonissima.

Fusilli  in Besciamella al prosciutto

Fusilli in Besciamella al prosciutto

Devo per forza setacciare la Farina?

Si, eviterai i grumi alla besciamella

Perchè spegni il fuoco per aggiungere il latte?

Perchè facilita l’unione degli ingredienti evitando grumi. Se ti trovi a volerlo fare con il fuoco acceso ti consiglio basso

Va bene se uso latte senza lattosio?

Si

La pasta che cottura deve avere?

La pasta va cotta al dente. Se ti piace un pò più cotta fallo pure ma che non sia troppo!

Cosa devo fare se siamo 4 persone? Come calcolo gli ingredienti?

Raddoppia le dosi.
Se devi aggiungere una sola unità basterà dividere le dosi della ricetta per 2 e otterrai l’unità da aggiungere. Esempio: Porzioni 3 – Calcolo: 50 Gr di farina diviso 2 uguale 25 Grammi. Quindi ai 50 grammi aggiungo 25 e ottengo il risultato di 75 Grammi.
50:2=25 – 50+25=75-

Dove trovo il quaderno che hai scritto

Clicca sul link in basso

IL TUO QUADERNO DI CUCINA DI GRAZIELLA SORIANO

Buona cucina a tutti

Pomodori San Marzano

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

Ciao a tutti, Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale. 

In questo periodo, Settembre, i pomodori eccellenti di derivazione di origine protetta, sono parte della qualità chiamata San Marzano. Il nome deriva dall’origine della località di coltura, San Marzano sul Sarno, provincia di Salerno. Il terreno su cui viene prodotto è composto da terra vulcanica, ricca di minerali, il mare e la temperatura beneficiano la produzione del pomodoro rendendolo ancora più pregiato. Le caratteristiche fisiche del San Marzano sono: la forma allungata, il colore rosso intenso, la buccia non troppo spessa, all’interno, ricco di polpa, scarso contenuto di  acqua e semi.

Il pomodoro San Marzano è impiegato nella produzione di salsa e pelati. 

L’eccellenza di questa produzione italiana, risale al 1770. Fù portata in Italia come dono al Re di Napoli Ferdinando I di Borbone. Egli ammirato dalla vista del colore del pomodoro e dalla bontà con cui gli fù servito in tavola, ordinò che fosse piantato nell’area del territorio di San Marzano sul Sarno. 

Considerando che, data la tipologia del pomodoro, prodotta anche come pelato, la cottura  al forno non altera la consistenza, ma lo rende morbido e piacevole al gusto.

Vi consiglio di usare la ricetta come un buon piatto comfort food, servirlo come apericena, portarlo in gita fuori porta, e se come me molte volte vi trovate a mangiare in macchina, conservate i pomodori ripieni in una contenitore per alimenti  e portatela con voi.

INGREDIENTI  PER 4 PORTATE

20 POMODORI SAN MARZANO

300 GR DI RISO ROSSO INTEGRALE

200 GR DI PROVOLA TAGLIATA A CUBETTI

100 GR DI FORMAGGIO GRATTUGIATO

2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

BASILICO

SALE

COSA SERVE

LEVA POLPA – PIROFILA – CIOTOLA- PIATTO PIANO – CUCCHIAINO

PROCEDIMENTO

Lavate i pomodori, tagliate a rondella la parte alta. Togliete la polpa del pomodoro con il leva polpa. Salate all’interno e all’esterno. Poggiateli in una ciotola a testa in giù per un’ora.

Cuocete il riso rosso integrale. Scolatelo, unitelo alla polpa aggiungendo il basilico sminuzzato, salate. Aggiungete al composto il formaggio e la provola.

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

CONSIGLIO VEGETARIANO

A vostro gusto potete aggiungere foglie di salvia creare un’ottimo accordo di sapori unendo gli spinaci, basterà scottarli e unirli al composto. 

RIEMPIAMO I POMODORI

Riempite i pomodori del composto aiutandovi con un cucchiaino. Versate l’olio in pirofila e disponete i pomodori ripieni. Naturalmente se avete riempito i pomodori con composti differenti, poneteli in diverse pirofile in modo da distinguerli.

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

IN FORNO

Mettete in forno modalità statico temperatura 180 gradi per 45 minuti

Servite i pomodori ripieni in piatto piano

In alternativa potete creare dei gustosi spuntini da aperitivo o antipasto.  Fate intiepidire i pomodori, tagliateli a rondelle e serviteli.

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

Vi lascio il video, seguimi sul mio canale Youtube “gsartecucina”

Aggiungete la ricetta a

“Il tuo quaderno di cucina”

un racconto di ricette che ho creato per voi. Un’anello di piatti che vi accompagna tra i sapori italiani e la cucina estera, passando tra le fiabe. Consigli utili e conoscenza degli ingredienti. Una scrittura semplice anche per i bimbi. Un vero quaderno a portata di tutti. Non resto che aggiungerlo alla vostra libreria di cucina a casa.

Clicca sulla copertina che vedi e verrai reindirizzato per conoscere meglio e dove trovare “Il tuo quaderno di cucina”.

Riso rosso integrale in dadolata di melanzane e ciuffi di spinaci

Ciao a tutti, oggi ricetta con un tipo di  qualità di riso integrale dal colore rosso. Riso rosso integrale in dadolata di melanzane e ciuffi di spinaci. Ricco di fibre e proteine, il riso rosso integrale ha un sapore direi “deciso”. In ricetta l’ho abbinato alla dolcezza degli spinaci e all’acidità della melanzana. La croccantezza l’ho ritrovata nella cottura del riso. 

Riso rosso integrale in dadolata di melanzane e ciuffi di spinaci

INGREDIENTI  DUE PORTATE

200 GR DI SPINACI

200 GR DI MELANZANE

1  SPICCHIO PICCOLO DI AGLIO

 2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

160 GR DI RISO INTEGRALE ROSSO

COSA SERVE

Padella – 2 Pentole – Piatto fondo – Coppa pasta diametro 6 cm

PROCEDIMENTO 

PROCEDIMENTO PREPARAZIONE SOFFRITTO

Lessate gli spinaci in pentola. Private la melanzana della buccia e tagliatela a dadi . In padella versate l’aglio sminuzzato, l’olio, e la dadolata di melanzane. Cuocete a fuoco medio per 15 minuti. Unite gli spinaci e continuate  a cuocere per 15 minuti. Salate a fine cottura

PROCEDIMENTO PREPARAZIONE RISO

Cuocete il riso in pentola in acqua bollente salata per 20 minuti. Scolate il riso lasciando un pò di acqua di cottura, e unitelo al soffritto.

Inserite al centro del piatto il coppapasta, riempitelo di risotto. Sfilate delicatamente il coppapasta.

Risotto Venere e Parboiled in guazzetto di ricotta

Risotto Venere e Parboiled in guazzetto di ricotta

Ciao a tutti, oggi in tavola Risotto Venere e Parboiled in guazzetto di ricotta

INGREDIENTI PER 2 PORTATE

Risotto Venere e Parboiled in guazzetto di ricotta

80 GR DI RISO VENERE

80 GR DI RISO PARBOILED

300 GR DI RICOTTA DI PECORA

2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

150 ML ACQUA NATURALE

SALE

COSA SERVE

2 Pentole – Piatto fondo

PROCEDIMENTO

In pentola versate l’olio, unite la ricotta e 100 ml di acqua, fate unire gli ingredienti a fuoco basso. Cuocete per 10 minuti. Fate in modo che la ricotta si sbricioli e che l’acqua non si asciughi. Unite le due tipologie di riso e  cuocetelo in acqua bollente salata. A fine cottura scolate e unitelo al guazzetto di ricotta. Mettete nel piatto e colate sul riso il guazzetto di ricotta.

 

Risotto Venere e Parboiled in guazzetto di ricotta

 

Paglia e fieno al sapore di zucca

Paglia e fieno al sapore di zucca

E’ arrivata la primavera, mettiamo in tavola i colori con una ricetta gustosa, Paglia e fieno al sapore di zucca, aggiungiamo un ingrediente in più l’arista di maiale.

INGREDIENTI

250 GR PASTA ALL’UOVO PAGLIA E FIENO

400 GR DI ZUCCA

200 GR DI ARISTA DI MAIALE TAGLIATA A CUBETTI

1 SPICCHIO DI AGLIO

2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

PREZZEMOLO

2 BICCHIERI DI ACQUA NATURALE

SALE

50 GR DI PARMIGIANO GRATTUGIATO

COSA SERVE

PADELLA – PENTOLA – PIATTO FONDO

PROCEDIMENTO

Pulite la zucca privandola dei semi e della buccia, vi lascio il link  del video COME PULIRE LA ZUCCA . Tagliatela a cubetti. Versate in padella l’olio, l’ aglio, il prezzemolo sminuzzato e i cubetti di arista. Fate soffriggere, aggiungete la zucca, continuate la cottura versando l’ acqua, in modo che il soffritto non si asciughi. A fine cottura salate. Cuocete la pasta e unitela al soffritto.  Servite spolverando il piatto con il Parmigiano.

Paglia e fieno al sapore di zucca
Paglia e fieno al sapore di zucca
Risotto al profumo di zafferano

Risotto al profumo di zafferano

Ciao a tutti cuciniamo il Risotto al profumo di zafferano

 

Risotto al profumo di zafferano

Per 2 persone

Ingredienti per il Risotto al profumo di zafferano

200 gr di Riso per Risotto

2 salsicce dolci

1 cipolla di Tropea dal peso di 150 gr

1 bustina di zafferano

2 cucchiai di olio evo

4 foglie piccole di basilico

saldi

Ingredienti per il brodo vegetale

1 cipolla di Tropea

2 carote

Stelo di sedano

2 ciuffi di prezzemolo

1 cucchiaio di olio evo

saldi

 

Cosa serve

1 Pentola – 2 Padelle – 2 Piatti fondi – Mestolo

 

Cuciniamo

Prepariamo il brodo

Versate 4 litri di acqua in pentola aggiungete gli ingredienti per il brodo, a fine cottura aggiungete l’olio e il sale.

Prepariamo il Risotto

Sbucciate la cipolla e tagliatela a fettine sottili, sminuzzate le salsicce privandole del budello. Versate tutto in padella aggiungendo 1 cucchiaio di olio, cuocete. Scaldate il brodo e in un’altra padella versate 1 cucchiaio di olio e il riso. Imbiondite il riso a fuoco medio, con il mestolo lentamente versate il brodo caldo, amalgamate di tanto in tanto. A media cottura aggiungete lo zafferano, terminate la cottura aggiungendo al riso il soffritto di salsiccia.

Servite appoggiando le foglie di basilico sul risotto

Risotto al profumo di zafferano

Mezze penne al soffritto

Mezze penne al soffritto

Ciao a tutti, oggi nella mia cucina la ricetta Mezze penne al soffritto.

INGREDIENTI

INGREDIENTIQUANTITA’
2 MELANZANE VIOLA GRANDI300 GR
PANCETTA A CUBETTI100 GR
POMODORINI PACHINO100 GR
1 CIPOLLA PICCOLA DI TROPEA 
3 FOGLIE DI BASILICO 
OLIO EVO3 CUCCHIAI
SALE 
PROVOLA100 GR
MEZZE PENNE160 GR

COSA SERVE

PADELLA – PENTOLA

CUCINIAMO

In padella versate l’olio, la cipolla sminuzzata e la pancetta, fate soffriggere a fuoco medio, aggiungete le melanzane tagliate a cubetti, che naturalmente precedentemente avrete pulito togliendo il gambo, e i pomodorini, cuocete a fuoco basso. A fine cottura unite le foglie di basilico spezzettate e regolate di sale.

Bollite l’acqua e cuocete le mezze penne, non dimenticate di salarle, scolate e unite il soffritto. Impiattate creando un fondo di soffritto, ricoprite con le penne e versate il soffritto con sopra una dadolata di provola. Quest’ultima si fonderà con tutti gli ingredienti e il sapore sarà buonissimo.

Ecco perchè nell’immagine vedete un buon piatto di pasta extra large  😉  😀  😆 

BUON APPETITO

Mezze penne al soffritto


 

Cartoccio con fondo di melanzane

Cartoccio con fondo di melanzane

Ciao a tutti, ho reso protagonista la buccia della melanzana come base per un buon primo piatto, creando così la ricetta Cartoccio con fondo di melanzane.

INGREDIENTI per 2 persone

Cartoccio con fondo di melanzane

INGREDIENTIQUANTITA
MELANZANE2
POMODORINI PACHINO20
AGLIO1 SPICCHIO
BASILICO4 FOGLIE
OLIO EVO3 CUCCHIAI
SALE 
RIGATONI SPEZZATI180 GRAMMI

 

COSA SERVE

2 PENTOLE – PENTOLA BASSA – COLTELLO – PIATTO FONDO – CARTA ALLUMINIO

 

CUCINIAMO

Pulite le melanzane, dividetele in due, aiutatevi con il coltello e ricavatene la polpa lasciando intera la buccia. Tagliate a cubetti la polpa. Pulite i pomodorini. In pentola bassa mettete l’olio, l’aglio sbucciato, la polpa di melanzane e i pomodorini. Fate andare il tutto a fuoco lento. Nel frattempo lessate le bucce di melanzana, stando attenti a mantenerle integre nella forma. Fatele freddare togliendole dall’acqua di cottura. Quando il condimento sarà pronto, aggiungete due foglie di basilico spezzettato, regolate di sale. Appoggiate le melanzane nel condimento e riscaldatele a fuoco lento.

 

Cuocete i mezzi rigatoni. Preparate il cartoccio nei piatti fondi, basterà coprire il piatto con un foglio d’alluminio, l’ampiezza del foglio dovrà uscire dai bordi almeno 5 centimetri. Appoggiate nel cartoccio le barchette di melanzane. Amalgamate la pasta al condimento e completate il piatto riempiendo le barchette di melanzane con le mezze penne, appoggiate sopra le penne una foglia di basilico. Richiudete il cartoccio e lasciatelo per un paio di minuti. Nel momento in cui lo riaprirete la sensazione dei profumi sarà stupenda. Vi consiglio di mangiarlo richiudendo i mezzi rigatoni nella barchetta stessa, in modo da avere omogeneità tra i sapori che si uniscono.

BUON APPETITO

 



Orecchiette pugliesi FANTASIA

Orecchiette pugliesi FANTASIA

Ciao a tutti, oggi vi propongo una ricetta con un tipo di pasta tipico della tradizione pugliese. Regione che ci regala stupendi sapori. Orecchiette pugliesi FANTASIA. Sono ottime sia che le serviate calde o fredde.

INGREDIENTI PER DUE PORZIONI

INGREDIENTI

1 cipolla rossa di Tropea

2 zucchine

200 gr di Funghi Champion

3 Foglie di Basilico

un ciuffo di Prezzemolo

1 Bicchiere di Latte

3 Cucchiai di Olio evo

Sale

200 GR ORECCHIETTE pugliesi di grano duro, li trovate facilmente al supermercato o nei pastifici.

Formaggio grattugiato

In “Il tuo quaderno di cucina” trovi la ricetta tradizionale per ottenere la pasta di grano duro fatta in casa. Le basi della cucina devono essere sempre accanto a noi.

COSA SERVE

TRITATUTTO O COLTELLO A LAMA LUNGA LISCIA – PENTOLA DI MEDIA ALTEZZA – PENTOLA – PIATTO FONDO

PROCEDIMENTO

  • Nel tritatutto mettete la cipolla, la zucchina, il basilico e il prezzemolo, in alternativa se non avete il tritatutto sminuzzare gli ingredienti con un coltello lungo a lama liscia.
  • In pentola di media altezza versate: 2 cucchiai di olio e il trito. Soffriggete, quando la cipolla sarà leggermente imbiondita unite i funghi. Abbassate il fuoco e continuate la cottura, i funghi rilasceranno l’acqua necessaria per amalgamarsi al composto.
  • Passati 15 minuti, aggiungete mezzo bicchiere di latte e un cucchiaio di olio, fate andare per 5 minuti. Il latte dovrà amalgamarsi al composto. Salate.
  • Cuocete le orecchiette. Unite il soffritto primavera.
  • Servite con una buona grattugiata di formaggio o pecorino o ricotta salata, quello che più gradite.
  • Per servire il piatto freddo, lasciatelo freddare in pentola.


Orecchiette pugliesi FANTASIA

Orecchiette pugliesi FANTASIA

FUSILLI IN CREMA DI PISELLI

Fusilli in crema di piselli

Ciao a tutti, oggi ricetta che possiamo scegliere di servire come portata calda o come portata fredda. Cuciniamo insieme i Fusilli in crema di piselli.

INGREDIENTI per 2 persone

INGREDIENTIQUANTITA’
PISELLI 300 GRAMMI
CIPOLLA DI TROPEA1
OLIO EVO7 CUCCHIAI
BASILICO3 FOGLIE GRANDI
FUSILLI160 GRAMMI
SALE 

COSA SERVE

MIXER AD IMMERSIONE – 2 PENTOLE – COPPA PASTA A CERCHIO DIAMETRO 4 CENTIMETRI – PIATTO FONDO

CUCINIAMO

Sminuzzate la cipolla, versatela in pentola con tre cucchiai di olio e i piselli, fate cuocere. A fine cottura regolate di sale. Fate freddare. Nel mixer ad immersione aggiungete tre cucchiai di olio e tre quarti di piselli con due foglie di basilico, riducete il composto in crema. Cuocete i fusilli. Amalgamate un quarto della crema di piselli ai fusilli.

A questo punto della preparazione scegliete se volete servirla come pietanza fredda o calda. La differenza tra le due sta nel mantenere la temperatura della crema di piselli.

IMPIATTIAMO

Fusilli in crema di piselli

In un piatto fondo appoggiate il coppa pasta, all’interno create la base di crema di piselli, riempite di fusilli. Ai bordi esterni aggiungete i piselli. Togliete il coppa pasta, finite il piatto con una foglia di basilico e un filo di olio. 

Ecco servita un’alternativa alla classica pasta e piselli.

Mi rivolgo alle mamme, introducete ai vostri bimbi nell’alimentazione questa consistenza di crema di piselli, la mangeranno con golosità. La loro dolcezza unita alla cipolla dà una sapore delicato. Potete creare voi la ricetta, per esempio amalgamarla al vasetto di omogenizzato o unirla alla pastina aggiungendo un pò di brodo vegetale. La scelta di non soffriggere gli ingredienti, fà in modo di lasciare neutro il sapore della crema di piselli e non appesantire l’alimento nell’assimilazione.

Un pò di me in questa ricetta: oggi è un giorno di crescita importante, lo festeggio inserendo nel piatto un colore stupendo della natura.

Grazie a tutti. BUON APPETITO  🙂 

FUSILLI IN CREMA DI PISELLI

Maccheroni al pesto di cavolfiore e trito di funghi

Maccheroni al pesto di cavolfiore e trito di funghi

Ciao a tutti, c’è un tipo di pasta usato nel sud Italia che ha il nome di Maccheroni, detti “Mmaccarruni”. La pasta è di grano duro, lavorandola si ottiene la forma tubolare, la si fà scorrere lungo un bastoncino in modo che si avvolga su se stessa e rimanga aperta all’interno. In cottura si presta bene con piatti ricchi di salse o creme, ecco perchè ho pensato di condividere con voi la ricetta “Maccheroni al pesto di cavolfiore e trito di funghi”.

 

Ricetta per 2 piatti di

Maccheroni al pesto di cavolfiore e trito di funghi

INGREDIENTIQUANTITA’
CAVOLFIORE5 PEDUNCOLI
FUNGHI ORECCHIETTA300 GR
BASILICO3 FOGLIE
PREZZEMOLO1 CIUFFO
AGLIO1 SPICCHIO
OLIO EVO4 CUCCHIAI
SALE 

 

COSA SERVE

PENTOLA – PADELLA – MIXER AD IMMERSIONE ( se non l’avete aiutatevi a ridurre il cavolfiore con una forchetta) – TRITA TUTTO ( se non l’avete riducete con un coltello) – PIATTO FONDO – COPPA PASTA QUADRATO DIMENSIONI 8X8 CM SPESSORE 4 CM

 

CUCINIAMO

Prepariamo il cavolfiore

Mettete a cuocere il cavolfiore in acqua, aggiungete il sale. A fine cottura togliete dall’acqua e fate freddare. Conservate l’acqua di cottura. Lasciate da parte un peduncolo.

 

Riducete il cavolfiore con il mixer ad immersione unendo 3 foglie di basilico e 2 cucchiai di olio. Otterrete così il pesto di cavolfiore. 

 

Prepariamo i funghi

In padella versate 2 cucchiai di olio, l’aglio e aggiungete i funghi. A fine cottura salate e unite il prezzemolo. Riducete i funghi con il trita tutto. 

 
Prepariamo i Maccheroni

Cuocete i maccheroni in acqua bollente e salata, scolateli e uniteli al pesto di cavolfiore. Lasciate da parte 6 cucchiai di pesto.

""</p

 

Impiattiamo

In un piatto fondo formate un letto con il pesto di cavolfiore, appoggiate il coppa pasta e ricopritelo di maccheroni, toglietelo delicatamente e aggiungete i funghi poggiandoli sulla parte superiore dei maccheroni, guarnite il piatto con i peduncoli del cavolfiore disponendoli a raggiera nella parte inferiore del piatto, qualcuno poggiatelo sopra accanto ai funghi.

 

 

 

RISOTTO CON PANCETTA E TRITO DI ZUCCHINE

RISOTTO CON PANCETTA E TRITO DI ZUCCHINE

Ciao a tutti, oggi RISOTTO CON PANCETTA E TRITO DI ZUCCHINE, vediamo come si fà

 

INGREDIENTI

160 gr di Riso per risotto

2 Zucchine lunghe

1 Cipolla

1 etto di Pancetta tagliata a cubetti

Olio d’oliva 1 cucchiaio

100 gr Formaggio da grattugiare

Sale

 

COSA SERVE

1 padella – 1 pentola – tritatutto

 

PREPARIAMO IL

RISOTTO CON PANCETTA E TRITO DI ZUCCHINE

Ricavate un trito di zucchina e cipolla. In padella versata l’olio, il trito e un pizzico di sale. A fuoco basso, fate soffriggere per un minuto, versate la pancetta e cuocete il tutto per 20 minuti.

RISOTTO CON PANCETTA E TRITO DI ZUCCHINE

trito di zucchina e pancetta

Fate bollire l’acqua, salate e versate il riso, tempo di cottura 10 minuti, assaggiate per capire la consistenza. Il riso non dovrà risultare nè duro e nè morbido da liquefarsi in bocca, i grani dovranno sentirsi omogenei al palato. Ora prendete una schiumarola e versate il riso in padella con il soffritto, a fuoco basso mantecate, unite il formaggio continuando a mantecare.

IMG_1256

RISOTTO CON PANCETTA E TRITO DI ZUCCHINE

Ottenete il tortino versando nel piatto un mestolo di riso e con un cucchiaio girato al contrario date forma ai bordi andando a stringere. Date altezza alla portata per avere un maggiore effetto estetico.

RISOTTO CON PANCETTA E TRITO DI ZUCCHINE

RISOTTO CON PANCETTA E TRITO DI ZUCCHINE

Una piccola nota: la qualità della cottura del riso varia anche dal suo formato. Il contenuto che ha il riso di amido permette di cuocere secondo la tipologia del piatto che si vuole ottenere. Scegliete un riso o con “chicchi lunghi” ideale per tutte le ricette, o un riso per “risotto”, trovate la dicitura fronte alla confezione. Se volete variare, esistono tipologie diverse di lunghezza del chicco di riso e anche qui potete scegliere, ve ne elenco alcuni tra i più conosciuti: ARBORIO i suoi chicchi sono lunghi e l’amido rilasciato permette un’ottima cottura ai risotti, lo stesso vale per il RIBE cambia solo la forma del chicco. 

Buon appetito 😛 

Cartoccio di linguine in crema di melanzane e funghi

Ciao a tutti, oggi cucina al “cartoccio”. Ottimo modo per mantenere calda la portata e far in modo che i profumi e i sapori continuino ad amalgamarsi a cartoccio chiuso. Ho pensato ad ingredienti che potessero ridursi in crema e che restassero uniti per la loro consistenza, il tutto avvolto da un formato di pasta liscia. Il nome del piatto è Cartoccio di linguine in crema di melanzane e funghi orecchietta.

La qualità di funghi utilizzata ha il nome di “PLEUROTUS OSTREATUS” (già incontrata in un’altra ricetta, Risotto ai funghi orecchietta). I nomignoli dati a questo tipo di fungo sono diversi, ve ne elenco alcuni: Cerrena, Recchia, Gelone, Sbrise, Cerlengo. 

funghi orecchietta PLEUROTUS OSTREATUS

funghi orecchietta PLEUROTUS OSTREATUS

INGREDIENTI

Cartoccio di linguine in crema di melanzane e funghi orecchietta

INGREDIENTIQUANTITA’
MELANZANE1
FUNGHI PLEUROTUS OSTREATUS200 GR
AGLIO1 SPICCHIO
PREZZEMOLO5 RAMETTI
OLIO EVO2 CUCCHIAI DA TAVOLA
SALE 
LINGUINE160 GR

COSA SERVE

1 PENTOLA CON BORDO BASSO – 1 PENTOLA CON BORDO ALTO – CARTA ALLUMINIO – PIATTO FONDO – FORCHETTA

PREPARAZIONE

Affettate la melanzana finemente tagliandola in lunghezza. In pentola con bordi bassi versate l’olio, l’aglio e la melanzana, coprite e fate cuocere per 5 minuti a fuoco basso, trascorso il quale unite i funghi. Fate cuocere per 20 minuti a fuoco medio. Sia la melanzana che i funghi rilasciano acqua, la melanzana durante la cottura si ridurrà in crema, avvolgendo i fughi nel suo sapore. Aggiungete il prezzemolo a fine cottura. Coprite e lasciate riposare per il tempo di preparazione della pasta. Cuocete le linguine quando saranno al dente versatele nella crema di melanzane ai funghi, amalgamate. Prendete un piatto fondo e create con la carta d’alluminio un sacchetto che dovrà appoggiare sul piatto come visto nel video.

Sulla base del cartoccio versate la crema di melanzane ai funghi, aiutandovi con una forchetta disponete la pasta. Richiudete il cartoccio. Servite in tavola. La bellezza di questo piatto è il profumo che emanano gli ingredienti una volta aperto il cartoccio e i sapori che si amalgamano in esso.

 

Cartoccio di linguine in crema di melanzane e funghi

Cartoccio di linguine in crema di melanzane e funghi


 

SEDANI RIGATI FILANTI CON CILIEGINE DI LATTE

Ciao a tutti, SEDANI RIGATI FILANTI , prepariamo questa altra bontà

 

INGREDIENTI per i

SEDANI RIGATI FILANTI

  • 20 pomodorini pachino 
  • 1 cipolla rossa
  • 1 etto di capicollo 
  • 3/4 foglie di basilico 
  • 10 ciliegine di latte. In alternativa basta un bocconcino. Scegliete sempre prodotti da caseificio in modo da testare la qualità di ciò che comprate
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva 
  • Sale
  • 160 gr di sedani rigati

COSA SERVE

Pentola – Padella 

CUCINIAMO

Pulite la cipolla e sminuzzatela. Tagliate a filetti il capicollo. Prendete la padella versate l’olio e la cipolla, soffriggete. Nel frattempo pulite i pomodorini senza tagliarli, uniteli al soffritto. Una volta cotti spegnete. 

Ora prendete la pentola portate ad ebollizione e cuocete la pasta. 

Durante la cottura riaccendete la padella e versate le ciliegine di latte, il basilico ed un pizzico di sale, il tutto a fuoco basso. 

SEDANI RIGATI FILANTI

preparato con ciliegine di latte

A questo punto la pasta sarà al dente, scolatela e mantecate in padella. Guardate come filano le ciliegine, bontà deliziosa al palato

SEDANI RIGATI FILANTI

SEDANI RIGATI FILANTI

SEDANI RIGATI FILANTI

SEDANI RIGATI FILANTI

SEDANI RIGATI FILANTI

risotto

Risotto ai funghi PLEUROTUS OSTREATUS

Ciao a tutti, ricetta Risotto ai funghi PLEUROTUS OSTREATUS. Gironzolando tra gli scaffali del supermercato, ho scelto questa qualità di fungo. Crescono a ceppo, il cappello sulla parte superiore è liscio e morbido, nella parte inferiore è striato. Pensando ad un buon risotto, le caratteristiche di questo fungo in cottura permette di mantenere integro il sapore e non trattenere completamente il condimento così da lasciare spazio al retro gusto. Ho pensato di giocare con le diverse qualità di riso, ho unito al riso basmati e il riso ribe.

PLEUROTUS OSTREATUS

Ingredienti due portate

Risotto ai funghi PLEUROTUS OSTREATUS

  • 200 GR DI FUNGHI ORECCHIETTA PLEUROTUS OSTREATUS
  • 1 CAROTA
  • 5 POMODORINI PACHINO
  • 1 SPICCHIO DI AGLIO
  • 3 RAMETTI DI PREZZEMOLO
  • 3 CUCCHIAI DI OLIO EVO
  • 80 GR DI RISO BASMATI
  • 80 GR DI RISO RIBE
  • SALE

Cosa serve

2 PENTOLE – COPPA PASTA – PIATTO FONDO –

Procedimento

Pulite i funghi lavandoli e togliendo dal gambo il terriccio, tagliateli rispettando le striature che trovate nella parte inferiore del cappello. Pulite la carota e tagliatela a rondelle, lavate i pomodori pachino, sbucciate l’aglio.

In pentola versate tutti gli ingredienti, fate soffriggere, coprite e fate andare per 5 minuti a fuoco basso, unite il prezzemolo e continuate la cottura per 20 minuti, controllate che non si asciughi altrimenti aggiungete un pò d’acqua. a fine cottura, salate.

preparato per risotto

preparato per risotto ai funghi

Portata a bollore l’acqua, versate il riso, fatelo cuocere, a fine cottura salate.

Unite il riso ai funghi.

Preparazione piatto

Nel coppa pasta versate il riso. Toglietelo delicatamente, appoggiate i funghi e il pomodoro usati durante la preparazione.

Buon appetito

Risotto ai funghi PLEUROTUS OSTREATUS

Risotto ai funghi PLEUROTUS OSTREATUS

Carbonara – Bucatini alla carbonara

Carbonara

Hi,

Take a look at what they gave me.

A homemade bacon.

bacon

bacon

Adorable.

With her we can make many recipes but the first ever is:

The Carbonara

 

Carbonara Recipe

Ingredients

  • 200 gr of pancetta sliced into a big piece.
  • 3 eggs ( you can buy them from a farmer or a greengrocer alternatively buy them in a supermarket but pay attention on the label on the box,  there must be written “ hens breeding on ground” )
  • 1 spoon of extra virgin oil
  • Black pepper
  • Salt
  • 160 gr of pasta:  bucatini or restaurant spaghetti

 

What we need: 1 pot and 1 frying pan

 

How we do it

Pour the oil into the frying pan, then slice the pancetta into pieces and put them into the pan. Turn on the fire and let brown the pieces of bacon.

When fat bacon becomes gelatinous, turn off the fire.

In the meantime, beat eggs and add a little of black pepper.

Fill the pot with water and add salt, turn on the fire and cook the pasta.  When the bucatini are underdone drain them, then put them into the frying pan with the bacon and mix them.

Turn off the fire, pour eggs and keep on mix.

Here you have the gsartecucina’s carbonara.

img_0548

Carbonara – bucatini alla carbonara

 

Imma thanks for helping me with the doses and translation

I love you little sister

 

conchiglioni ripieni con ragù

Conchiglioni ripieni ai funghi e ragù

Ciao a tutti, oggi faremo i buonissimi Conchiglioni ripieni ai funghi e ragù

INGREDIENTI

BESCIAMELLAQUANTITA’
LATTE PARZIALMENTE SCREMATO1 L
NOCE MOSCATA1 CUCCHIAINO
BURRO LIGHT100 GR
FARINA4 CUCCHIAI
SALE1 CUCCHIAINO RASO
RIPIENO CONCHIGLIONIQUANTITA’
CONCHIGLIONI1 KG
FUNGHI200 GR
PROSCIUTTO COTTO200 GR
FORMAGGIO DA GRATTUGIARE200 GR
SALE
RAGU’ 200 GR ricetta in link Ragù gsartecucina
AGLIOPREZZEMOLO

OLIO EVO

1 SPICCHIO

2 CIUFFI

2 CUCCHIAI

COSA SERVE

2 PENTOLE – 2 TEGLIE –  PADELLA – 2 SCODELLE – TRITATUTTO – SAC A POCHE

PREPARIAMO LA BESCIAMELLA

  • In pentola a fuoco basso sciogliete il burro.
  • Unite la farina un pò alla volta e fate imbiondire il composto.
  • Versate il latte e addensate finchè non avrà raggiunto la consistenza che desiderate.
  • Unite la noce moscata e il sale.

PREPARIAMO IL RIPIENO PER I CONCHIGLIONI

Cottura dei funghi
  • Versate l’olio in padella insieme all’aglio sbucciato, al prezzemolo e i funghi.
  • Cuocete, per 20 minuti, a fine cottura salate.
  • Riducete con il tritatutto separatamente i funghi e il prosciutto.
  • In scodella preparate il composto con metà prosciutto tritato e metà formaggio grattugiato, aggiungete 3 cucchiai di besciamella al composto.

  • Preparate l’altro composto unendo il restante prosciutto tritato, il formaggio grattugiato, e il ragù, unite due cucchiai di besciamella.

Per la preparazione del ragù vi lascio il link → Ragù gsartecucina

Ripieno ragù

Ripieno ragù

Ambedue i ripieni dovranno avere una consistenza cremosa.

  • Sbollentate i conchiglioni, ricordate di salare, scolateli.

Piccola Astuzia

  • Appoggiate i conchiglioni in una ciotola colma di acqua fredda per pochi istanti, fermerete così la cottura, sarà più facile riempirli.
  • Riempite con il sac a poche.

Riempire i conchiglioni

Riempire i conchiglioni

  • Alla base della teglia versata l’olio e la besciamella. Appoggiate i conchiglioni ripieni e ricopriteli con la besciamella.

Cottura

Conchiglioni ripieni ai funghi e ragù
  • Forno a 150 gradi modalità ventilato tempo di cottura 30 minuti

Buonissimi  🙂

A destra trovate il tasto della chat se avete voglia di condividere con me arte e cucina.

Contatti

Ciao alla prossima  😆

Ravioli ai formaggi

Ravioli ai formaggi di gsartecucina

Ciao a tutti, era un pò di tempo che non facevo la pasta fresca, di solito utilizzo la ricetta che mi ha insegnato mamma. Ho voluto cambiare le dosi e sperimentare come la consistenza della pasta può migliorare secondo la percentuale di uova e farina, tutto questo preparando i Ravioli ai formaggi a modo di gsartecucina

Vediamo come

INGREDIENTI per 

Ravioli ai formaggi

INGREDIENTI PER L’IMPASTO DEI RAVIOLIQUANTITA’
UOVA 5SERVIRANNO 3 TUORLI E 2 UOVA INTERE
FARINA 00220 GR
SALE1 CUCCHIAINO
 
INGREDIENTI PER IL TRITO DI FORMAGGIQUANTITA’

FORMAGGIO DA GRATTUGIARE 

50 GR
PECORINO50 GR
CACIOTTA AL PEPERONCINO50 GR

 

INGREDIENTI PER IL RAGU’QUANTITA’

CIPOLLA ROSSA Dl  TROPEA

MEZZA
CAROTE2
SALSICCIA1
OLIO EVO3 CUCCHIAI
PASSATA DI POMODORO0,75 ML
 

COSA SERVE

SPIANATOIA — MATTARELLO — COLTELLO CON LAMA LISCIA O RONDELLA LISCIA — 2 PENTOLE – SCODELLA

 

PROCEDIMENTO

Prepariamo l’impasto

Versate sulla spianatoia tre quarti della farina, unite il sale e formate al centro una piccola fossetta, versate i tuorli, (ho usato uova di grandezza normale), amalgamate. Pian piano che l’impasto si lega, aggiungete le uova intere. Proseguite, lavorando la pasta finchè non avrà raggiunto una consistenza omogenea e morbida, la pasta sarà pronta quando non richiederà farina lavorandola. Formate una palla, e partendo dal centro iniziate a spianare con il mattarello. Per stendere bene la pasta è importante che il mattarello venga impugnato dai lati in modo che al centro si applichi una pressione omogenea, (in commercio trovate mattarelli che, impugnandoli lateralmente fanno scorrere il rullo). Lo spessore della pasta che dovrete ottenere è di 0,03 cm. Per ottenere la forma dei maltagliati tagliate la pasta in diagonale e in verticale.

 

Prepariamo il trito di formaggi.

tritate insieme tutti e tre i formaggi lasciatene da parte 50 gr.

Formiamo i Ravioli

Formate una striscia di pasta che si richiuda su se stessa. Disponete il trito di formaggi su metà della striscia, come fossero piccole montagnole, lasciate lo spessore di un dito fra una montagnola e l’altra, richiudete facendo pressione su tutto il perimetro della pasta, divide tagliando fra uno spessore e l’altro con un coltello liscio o una rondella.

Per chiudere meglio i ravioli, prendete la forchetta, con le punte pressate intorno al raviolo, fate attenzione a non bucare la pasta. Riponete i ravioli in un piatto senza sovrapporli.

Scegliete voi la grandezza dei ravioli, io li amo grandi  e quindi di solito li realizzo con questa dimensione: Larghezza 2,5 cm, lunghezza 3 cm.

Fare i ravioli non è difficile, il segreto è nell’impasto della pasta, più la pasta risulta asciutta, più i ravioli sono elastici alla lavorazione,  se nell’impasto si bilanciano bene i tuorli agli albumi i ravioli saranno facilmente lavorabili e in cottura non si apriranno.

PROCEDIMENTO PER IL RAGU’

Ora prepariamo il ragù. Tritate finemente la cipolla e la carota, sbriciolate la salsiccia, aggiungete l’olio, soffriggete per un palo di minuti e versate la passata di pomodoro. Cuocete per un’oretta.

Ravioli ai formaggi

Cuociamo e impiattiamo 

Una volta pronto il sugo, cuocete i ravioli, ricordate di salare, quando saliranno a galla lasciateli per un paio di minuti e scolateli con una schiumarola appoggiandoli in una scodella. Versate il sugo, amalgamate. Impiattate spolverizzando con il mix di formaggi precedentemente usato per il ripieno.

 

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Ciao a tutti, Mamma mi ha regalato questi buonissimi fagioli coltivati in Calabria in una località chiamata Monte Poro, ( cliccate sul link per vedere la mappa del luogo), ecco da dove parte l’idea della ricetta, Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

 

img_44032

Fagioli di Monte Poro

Vi parlo della località in cui si produce questa qualità di legume, scopriamola

Zona ricca di: agricoltura, allevamento di ovini, caprini e suini. Località non distante dal mare, ha un altitudine di 700 metri. La posizione geografica ottimale permette di arrivare alla bellissima Tropea, Nicotera, Vibo Valentia, Gioia Tauro. Si distingue per le distese di terra coltivata, da cui si producono sapori messi in tavola dai numerosi agriturismi che circondano la zona. Arrivando sul posto vi verrà voglia di assaggiare tutto ciò che è locale, per esperienza vi dico, che non è costoso ma è estremamente genuino.

A febbraio di alcuni anni fà insieme ai miei genitori siamo andati in una fattoria del luogo alla ricerca di prodotti tipici della zona, ovvero: la buonissima carne di maiale, gli insaccati tipici calabresi, pancetta, capicollo, salame, formaggio di capra e di mucca, per quest’ultimo ho avuto la bellissima esperienza di poter entrare in una stalla e assaggiare il latte appena munto, è stata una sensazione fantastica. Bianco come la neve aveva, un gusto intenso, pastoso molto denso, quasi fosse panna.

Ora condivido con voi uno di questi sapori di questo meraviglioso luogo.

La pasta che userò è pasta di grano duro con spinaci a forma di foglie di ulivo, non l’ho fatta io, l’ho comprata al supermercato incuriosita dalla pubblicità!

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Foglie di ulivo

Vediamo come si fa

PREPARIAMO I

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

INGREDIENTI PER I FAGIOLIQUANTITA’
FAGIOLI DI MONTE PORO250 GR
POMODORI PACHINO2
AGLIO1
PEPERONCINO PICCANTEMETA’
SEDANO1 COSTA
OLIO EVO3 CUCCHIAI
SALE 

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

 

INGREDIENTI PER LA PASTAQUANTITA’
PASTA FAGLIE DI ULIVO160 GR
FORMAGGIO PECORINO GRAtTUGIATO50 GR
SALE 


COSA SERVE 

2 PENTOLE

 

 

PROCEDIMENTO

Mettete i fagioli a mollo per un palo di ore. Passato il Tempo lavateli e versateli in pentola ricoprendo d’acqua. Aggiungete i pomodorini, l’aglio sbucciato, il peperoncino, il sedano. Cuocete per mezz’ora, attenzione che l’acqua non si asciughi troppo durante la cottura, nel caso aggiungetene. Una volta cotti, salate e versare l’olio. Fate riposare per un’oretta. Mettete l’acqua a bollire, cuocete le foglie di ulivo, salate. Nel frattempo che cuoce la pasta, mettete a riscaldare i fagioli. A fine cottura scolate e unite i fagioli alle foglie di ulivo, aggiungete il formaggio pecorino grattugiato, amalgamate. Non vi resta che assaporare questo gustoso piatto genuino.

 

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Fagioli di Monteporo in Foglie di ulivo

Bucatini con crema di noci e cavolfiore

Bucatini con crema di noci e cavolfiore

Ciao a tutti,  ricetta Bucatini con crema di noci e cavolfiore

INGREDIENTI PER DUE PORZIONI

INGREDIENTI PER LA CREMA DI NOCI

5 CUCCHIAI OLIO EVO

1 CUCCHIAIO FARINA 00

500 ML LATTE

200 GR NOCI SGUSCIATE

50 GR FORMAGGIO PECORINO

FORMAGGIO ASIAGO 50 GR

50 GR GRANA PADANO

INGREDIENTI PER LA COTTURA DEL CAVOLFIORE

300 GR CAVOLFIORE

1 CUCCHIAIO OLIO EVO

MEZZO CUCCHIAINO PEPE NERO

SALE

160 GR BUCATINI

COSA SERVE

2 Pentole – Tritatutto/Coltello – Frusta – Piatto fondo

PROCEDIMENTO

PREPARIAMO LA CREMA DI NOCI

  • Tritate le noci. Riducete il mix di formaggi.
  • In pentola versate l’olio, accendete il fuoco e unite la farina setacciandola, amalgamate con una frusta, fate imbiondire il composto.
  • Versate il latte lentamente e amalgamate a fuoco basso, spegnete quando il composto avra una consistenza fluida e cremosa. 
  • Unite alla crema il mix di formaggi. Amalgamate.
  • In ultimo unite il trito di noci.
  • Salate. 

PREPARIAMO IL CAVOLFIORE

  • Lessate il cavolfiore. Conservate l’acqua di cottura!
  • Cuocete i bucatini nell’acqua di cottura del cavolfiore. Salate
  • Scolate i bucatini unite il cavolfiore aggiungendo l’olio e il pepe nero.
  • Amalgamate con la crema di noci. 

Bucatini con crema di noci e cavolfiore

Bucatini con crema di noci e cavolfiore

Risotto basmati alla Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

Risotto basmati alla Crema allo zafferano

Ciao a tutti, oggi in cucina un ingrediente che rende i piatti unici, lo zafferano, cuciniamo insieme il “Risotto basmati alla Crema allo zafferano a modo di gsartecucina”

 

INGREDIENTI

160 gr di Riso Basmati

2 fette di Petto di pollo

1 Cipolla di tropea

1 Cucchiaio di olio d’oliva

2 Cucchiai di formaggio da grattugiare

Sale

 

Per la Crema allo zafferano

1 L di latte

100 gr di Burro

100 gr di Farina

0,1 gr di Zafferano

Sale

 

COSA SERVE per preparare

Risotto basmati alla Crema allo zafferano

1 pentola – 2 padelle

 

PROCEDIMENTO

Prepariamo la crema allo zafferano

Mettete a scaldare il latte, nel frattempo in una padella sciogliete il burro, aggiungete la farina un po’ alla volta amalgamando con una frusta, fate imbiondire il composto. Versatelo lentamente nel latte caldo mescolando, aggiungete lo zafferano e il sale, assaggiate.

Guardate il video della ricetta crema allo zafferano di gsartecucina

Tagliate la cipolla finemente e versatela in padella, prendete il petto di pollo e tagliatelo a cubetti, versate l’olio e fate soffriggere, tempo di cottura 20 minuti.

Fate bollire l’acqua salandola, versate il riso e cuocetelo per il tempo di cottura indicato, di solito sono 10 minuti. Unite il riso in padella con il il soffritto di petto di pollo, versate la crema allo zafferano e il formaggio, amalgamate a fuoco basso.

Risotto basmati alla Crema allo zafferano

Proprietà nutrizionali

Il riso basmati ha origine indiana, è ricco di carboidrati, proteine, sodio e potassio, non ha un’alto contenuto glicemico rispetto al riso bianco, è usato tanto per la preparazione di risotti con il contenuto di spezie, ma non si sottrae alla preparazione dei famosi arancini.

Buon appetito

Orecchiette pugliesi con scarola di campo e fagioli

Orecchiette pugliesi con scarola di campo e fagioli

Orecchiette pugliesi con scarola di campo e fagioli. Piatto all’insegna del vegetariano.

INGREDIENTI PER DUE PORZIONI

Preparazione Scarola

500 gr di Scarola

1 Spicchio di Aglio

1 Cucchiaio di Olio Evo

Sale

Preparazione Fagioli

250 gr di Fagioli Borlotti

1 Spicchio di Aglio

3 Rametti di Prezzemolo

3 Foglie di Basilico

4 Cucchiai di olio Evo

100 ml di Passata di Pomodoro

Sale

Per le Orecchiette

100 gr di Orecchiette pugliesi

Sale

COSA SERVE

3 Pentole- 1 Padella

PROCEDIMENTO

Prepariamo la scarola

Pulite la scarola tagliando parte del gambo, lavatela bene. Fatela lessare, salate e conservate l’acqua di cottura.

In media la cottura sarà di 20 minuti

Orecchiette pugliesi con scarola di campo e fagioli

Orecchiette pugliesi con scarola di campo e fagioli

In padella tritate l’aglio e versate l’olio, fate soffriggere e aggiungete la scarola lessata

Cottura a fuoco basso per 10 minuti.

Prepariamo i fagioli

Riempite la pentola con 3/4 di acqua 💦 e versate i fagioli, accendete il fuoco 🔥 e aggiungete l’aglio sbucciato intero, il prezzemolo , il basilico 🌿 , la passata di pomodoro 🍅  (Segui il link: come fare la passata di pomodoro in casa senza l’uso delle bottiglie ma conservandola in congelatore)

Cuocete a fuoco medio per 30 minuti, controllate l’acqua durante la cottura, i fagioli tendono ad asciugarsi,  nel caso si asciughino aggiungete altra acqua calda. Salate a fine cottura e versate l’olio.

Prepariamo le Orecchiette pugliesi

Fate bollire l’acqua della scarola che avete conservato, cuocete le orecchiette e conditele con i fagioli.

Impiattiamo

Aiutandovi con la forchetta disponete al centro la verdura, contornatela di fagioli e incorniciate con le orecchiette.

Questo piatto è ricco di magnesio, potassio, fibre, vitamine e un carboidrati.

La Puglia è un territorio stupendo da visitare. Fermatevi dalle massaie che vendono le orecchiette, e’ uno spettacolo stupendo vederle creare l’impasto e le orecchiette. Nei mie viaggi in Italia, ho acquisito innumerevoli segreti osservandole e chiedendo. Posizionano davanti la porta di casa il tavolo in legno, impastano con la forza delle mani e realizzano le orecchiette, sono velocissime. La tradizione del sud Italia è patrimonio culturale della cucina mediterranea. Quindi per coloro che contestano fatevene una ragione!

Orecchiette pugliesi con scarola di campo e fagioli

Orecchiette pugliesi con scarola di campo e fagioli

Il mio libro di ricette scritto per essere sempre in cucina insieme. Clicca sul bottone in basso

Cimitero di lasagne

Ciao a tutti, è arrivata la feste più macabra dell’anno, direttamente importata dagli Stati Uniti impazza anche in Italia con mille idee dolci e salate, tutte in un parterre food dalle mille fantasie. Il momento più bello è rappresentato da “Dolcetto o scherzetto” grandi e piccoli vestiti da bellissimi mostri. Ho pensato di creare un clima a tema in tavola: CIMITERO DI LASAGNE. Più tema di così!!!

 

Vediamo come si fà

 

INGREDIENTI

Cimitero di lasagne

PER LE BARE

300 gr di polenta precotta

2 fette di provola con spessore mezzo centimetro

sale

PER LA LASAGNA

500 gr di Crema allo zafferano a modo di gsartecucina cliccate sul link per la ricetta

20 sfoglie di lasagna

300 gr di provola

300 gr di formaggio grattugiato

500 gr di zucca

3 rametti di prezzemolo

1 aglio

3 cucchiai di olio d’oliva

100 ml di latte parzialmente scremato

2 pizzichi di sale

 

COSA SERVE

PER LA BARE:

1 pentola – frusta – stampo bare ( le ho comprate a lidl, in questo periodo le trovate ancora, altrimenti nei negozi specializzati in stampi per dolci) – Piano di marmo/legno

PER LA LASAGNA:

padella – pirofila

 

PROCEDIMENTO

PREPARAZIONE BARE

Preparate la polenta precotta versando 600 ml di acqua, portatela quasi ad ebollizione e versate lentamente la polenta mescolando con la frusta, rimettete sul fuoco e fate addensare la polenta, salate. Fatela raffreddare su un piano di marmo, se non l’avete, va bene anche un piano di legno, create uno spessore non troppo alto, 2 cm vanno bene. Una volta freddata prendete lo stampino di bare e ponete sul fondo un pezzetto di provola tagliandola a forma di rettangolo in modo da coprire la bara per tutta la lunghezza, ora mettete la polenta, dovrà coprire solo 3/4 dello stampino, se la polenta risultasse alta nello spessore tagliatela, se si sbriciola non vi preoccupate, nel forno si ricompatta. Cottura in forno statico a 160 gradi per 10 minuti. Togliate le bare dagli stampi solo quando si saranno freddate.

 

 

PREPARAZIONE LASAGNA

In padella versate l’olio d’oliva e l’aglio il prezzemolo e la zucca, coprite e fate andare a fuoco medio, amalgamate la zucca durante la cottura, quando sarà morbida da schiacciarsi con la forchetta è pronta, salate, togliete l’aglio.

Tagliate la provola a cubetti piccoli, io l’ho ridotta con il tritatutto. Sul fondo della pirofila versate 2 cucchiai d’olio d’oliva, e la Crema allo zafferano a modo di gsartecucina versando, componete il primo strato di sfoglia di lasagne appoggiando la provola e la zucca, chiudete con la sfoglia, versate la Crema allo zafferano a modo di gsartecucina e procedete come descritto prima, formate 3 strati.

In chiusura versate altra Crema allo zafferano a modo di gsartecucina e coprite con il formaggio da grattugiare. Mettete la pirofila in forno, 10 minuti a 160 gradi, poi a forno ventilato per altri 10 minuti, spostate la teglia nella parte bassa del forno.

Fate intiepidire la lasagna, appoggiate le bare sulla lasagna.

Ecco fatto il

CIMITERO DI LASAGNA

 

Cimitero di lasagne

Cimitero di lasagne


 

Buon halloween a tutti

 

Crema di funghi con risotto tricolore

Crema di funghi con risotto tricolore

Di solito è il risotto ad essere protagonista, stavolta ho voluto dare importanza a ciò che rende speciale il sapore del risotto, accompagnandolo con un’ottima crema, ecco fatta la ricetta “Crema di funghi con risotto tricolore”.

INGREDIENTI 

2 Zucchine

2 Carote

Prezzemolo

Basilico

5 cucchiai di Olio evo

Funghi champignon

Sale

160 gr Riso per risotto

 

Cosa serve

Coltello – Tritatutto – 2 Pentole – piatto fondo

 

Procedimento per 

Crema di funghi con risotto tricolore

affettate la zucchina e la carota e mettete nel tritatutto insieme al prezzemolo e basilico.

Crema di funghi con risotto tricolore

zucchina carota prezzemolo basilico

Mettete in pentola un cucchiaio di olio, unite il trito, fate soffriggere a fuoco basso

Crema di funghi con risotto tricolore

soffritto

Nel frattempo preparate la crema di funghi, mettete i funghi nel tritatutto, man mano che si riducono versate quattro cucchiai di olio e continuate a ridurre finchè non saranno diventati crema

Crema di funghi con risotto tricolore

trito di funghi

versate la crema in pentola e continuate a far soffriggere il composto

Crema di funghi con risotto tricolore

crema di funghi


Crema di funghi con risotto tricolore

Crema di funghi con risotto tricolore

Fate andare a fuoco basso aggiungendo un pizzico di sale. Cottura 10 minuti, spegnete ed ecco fatta la crema. Nel frattempo preparate il riso, mettete la pentola a bollire versate il riso e salate, assaggiate per vedere se il riso è pronto, quando sarà pronto unite la crema ai funghi, amalgamate.

Crema di funghi con risotto tricolore

riso

Formate il piatto con la base di crema ai funghi, appoggiate il riso, finite con un ciuffo di prezzemolo.

Crema di funghi con risotto tricolore

Crema di funghi con risotto tricolore


Crema di funghi con risotto tricolore

Crema di funghi con risotto tricolore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: