food

Egg and wholemeal sandwich

Egg and wholemeal sandwich

Hi,

Egg and wholemeal sandwich

even with few ingredients is possible to create good tastes for lunch, breackfast or dinner also in every moment we want to have a meal.

ingredientsquantity
eggs5
Oregano 
salt 
Wholemeal sandwich10 pieces
Provolone1 hectogram
Speck 
Pachino tomatoes 
Oil EVO3 spoons

 

What do you need

Rolling-pin 
Baking paper 
Small shape diameter 3 
Medium shape diameter 6 
Square shape 4×4 

 

How to bake the egg

Put the baking paper on the bottom and the medium shape on it then cut the baking paper few more inches than the medium shape; pour the oil and spread the oregano and than put the white egg. In the middle of the medium put the small shape and inside of it the yellow egg, so spread on the top salt and oregano . Set the oven in the static mode at the temperature of 100 °C. and baking 5 minutes.

Take away the egg from the medium shape, you will see a circle shape around the white egg, put on top of it the yellow egg and nearby from this the speck. To create a rose of speck turn the slice around itself so to have a spring inside and petals outside.

Here you have a dish with only one egg and everybody will eat it.

Add every aroma that you like.

 

How to prepare the sandwich

Take two slices of sandwich and cut the black parts out and stretch the slices with the rolling-pin and cut them  like the rectangular shape, to do this, press gently the shape on the top of every slice; then pour the oil and spread the oregano and one slice of speck and provolone after the tomatoes cut in two half, add salt and oregano and put the other slice on top, press gently to mix the ingredients lastly put a slice of provolone on top.

Set the oven in static mode at the temperature of 150°C  and bake for 3 minutes. Be careful to put the baking sheet on the middle.

Imma thanks for helping me with the doses and translation

I love you little sister

Link recipe in Italian Uova e panino integrale finger food

 

 

Carciofi ripieni

Ciao a tutti, ricetta Carciofi ripieni. Ortaggio appartenente alla famiglia della Asteraceae dai principi attivi importanti. Ve ne elenco alcuni: magnesio, potassio, calcio, sodio, vitamina C, sali minerale, flavonoidi. E’ ottimo nel garantire una buona digestione dato il basso valore calorico, elimina le tossine, curativo per il diabete,  riduce il colesterolo, è coadiuvante per combattere la cellulite

Carciofi ripieni con:

Mortadella

6 CARCIOFI

200 GR DI MORTADELLA TAGLIATA A CUBETTI

6 FETTINE FILANTI

2 UOVA

200 GR DI PANGRATTATO

1 LIMONE

5 RAMETTI DI PREZZEMOLO

4 CUCCHIAI DI OLIO EVO

2 SPICCHI DI AGLIO

SALE

Carne macinata

INGREDIENTI

6 CARCIOFI

300 GR DI CARNE MACINATA DI MAIALE

200 GR DI PROVOLA TAGLIATA A CUBETTI

100 GR DI OLIVE

5 RAMETTI DI PREZZEMOLO

4 CUCCHIAI DI OLIO EVO

1 LIMONE

SALE

CONTORNO DI COTTURA

300 GR DI PATATE

COSA SERVE

PENTOLA – CIOTOLE – TEGLIA

PROCEDIMENTO

  • Pulite i carciofi, vi lascio il link del tutorial Come pulire i carciofi
  • Immergete i carciofi in acqua e limone per un paio di ore.
  • Lavateli
  • Lessateli, aggiungete all’acqua un cucchiaino di sale.

Carciofi ripieni

  • Tempo di cottura 20 minuti.
  • Toglieteli dall’acqua di cottura, che non butterete, e fateli freddare.

Carciofi ripieni

Preparate il ripieno:

Ripieno mortadella

  • In una scodella unite alla mortadella, le fettine filanti, le uova, il prezzemolo e l’aglio sminuzzati, aggiungete il pangrattato fino ad ottenere una consistenza con impasto morbido, salate;

Ripieno Carne

  • Unite alla carne macinata la provola a cubetti, le olive denocciolate, il prezzemolo e l’aglio sminuzzato, amalgamate e salate;

Carciofi ripieni

  • Riempite i carciofi delicatamente.
  • Appoggiateli in teglia con il fondo di olio aglio, prezzemolo e acqua di cottura dei carciofi precedentemente conservata.
  • Pulite le patate tagliatele a rondelle.
  • Mettete il tutto in forno statico a 160 gradi per 30 minuti.

Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

Ciao a tutti,

Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

Vediamo come si fa:

 

INGREDIENTI

100 gr di Farina

100 gr di Burro

1 l di Latte parzialmente scremato

0,1 gr di Zafferano

1 cucchiaino di Sale

 

COSA SERVE

Frusta – 2 Pentole

 

PROCEDIMENTO

Scaldate il latte a fuoco basso, nel frattempo in una pentola fate sciogliere il burro unite la farina un po’ alla volta e fate imbiondire il composto amalgamandolo con una frusta. Prendete il latte caldo e versatelo a filo nel composto di burro e farina chiamato anche ROUX,

Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

amalgamate il tutto lentamente con la frusta, rimettete il composto a fuoco basso facendolo restringere, scegliete voi la consistenza. Aggiungete il sale.

 

 

 

 

 

 

 

Nel video vi do l’idea della consistenza.

 

Ecco fatta la Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

Crema allo zafferano a modo di gsartecucina

 

Lo Zafferano detto Crocus Sativus in natura fa parte della famiglia delle Iridaceae.

In cucina dà un tocco in più ai piatti, basta usarne in piccole quantità, dà un colore giallo senape al condimento e un gusto raffinato al palato. E’ ottimo nel favorire la digestione, e agisce sul senso di sazietà. Come elemento terapeutico è  usato come antinfluenzale.

Tra il mondo dei tessuti è ottimo per creare un colore resistente nel tempo dalle incantevoli sfumature.

Vi lascio il link della ricetta Risotto basmati alla crema allo zafferano a modo di gsartecucina

Alla prossima ricetta.

 

PASTA INTEGRALE

PASTA INTEGRALE conosciamola

 

PASTA INTEGRALE conosciamola.

Proviamo a conoscerla meglio con semplicità! 

 

Tabella valori nutrizionali che apportano 100 grammi di pasta integrale

PASTA INTEGRALE conosciamola

PASTA INTEGRALE conosciamola

Tabella valori nutrizionali che apportano 100 grammi di pasta di grano duro

PASTA INTEGRALE conosciamola

PASTA INTEGRALE conosciamola

 

Assorbimento della pasta una volta cotta e condita.

Fibre, fosforo, ferro, magnesio, zinco, ci aiuteranno ad assimilare meglio e sopratutto dare all’organismo un apporto di elementi nutrizionali che molte volte cerchiamo di assimilare attraverso i famosissimi integratori.

La farina integrale, chiamata così dal processo di lavorazione che subisce il grano, risulta essere facilmente assimilabile grazie al fatto che durante la macinazione la parte della crusca rimane legata al chicco.

Ho cucinato un primo di pasta integrale, naturalmente non mi sono fatta mancare un buon condimento, risultato è che ho avuto un’ottimo assorbimento.

 

FILIERA

Altro elemento che caratterizza la produzione è la FILIERA che diversifica tanto la qualità della pasta. Scegliere una buona filiera tra le varie marche dello scaffale del supermercato, vuol dire aver scelto un’ottima lavorazione della farina durante il processo produttivo.

 

ATTENZIONE ALLE INTOLLERANZE

Sottolineo però, la conoscenza all’uso della pasta integrale (salvo problemi di intolleranza e allergie), per poter continuare ad utilizzare un alimento che non andrà ad incidere in maniera invasiva sul: colesterolo, fegato, tiroide, circolazione, cuore.

In più aiuta a tenere sotto controllo il peso.

Mangiando sano assimilo subito senza accumulare grassi, e dico, non è male come soluzione al fatidico

“Ho fame ma mangio troppo!!!”

Soluzione

 

PASTA INTEGRALE conosciamola

PASTA INTEGRALE conosciamola

PASTA INTEGRALE conosciamola

PASTA INTEGRALE conosciamola

Vi lascio il link della ricetta, troverete equilibrio nutrizionale della pasta con il condimento. 

PENNE INTEGRALI ALLA CREMA DI NOCI E VELLUTATA DI ZUCCA

BUON APPETITO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: