La copertina chiusa del Diario di una quarantena per un nuovo inizio

La copertina chiusa del Diario di una quarantena per un nuovo inizio

https://twitter.com/vonderleyen/status/1388406960660402182?s=21

E sono lì in commissione europea le tante pagine scritte che destinano il futuro degli italiani. Sono lì pronte a essere lette e valutate per poter dire si a ciò che l’Italia sarà.
La crescita, la prospettiva, il rilancio, la rinascita, L’Unità, le due bandiere, Italia e Europa, ormai integrate nel contesto sociale, il governo altalenante, la ricostruzione!

Tutte piccole e importanti parole che saranno l’antitesa al Piano di Ripresa e Resilienza.

Il cambiamento è partito si sente nell’aria. Il flusso continuo di vaccinazioni ormai non ha limite, il traguardo è vicino, tutti potremo essere liberi dal grande nemico.

Ma per ricostruire è importante che ci sia un buon ingegnere che guidi i tanti leoni in preda a rincorrere la grande mangiata. Per conto mio penso che questa volta si possa partire vantaggiati, il governo il grande ingegnere lo ha, ma ha anche una grande squadra di operai che ha imparato a manifestare unendosi non al potere politico ma all’indipendenza del pensiero.

Dall’altra parte bisogna che ciascuno di noi esca dal recinto delle passate abitudini e guardi le nuove prospettive che prenderanno vita.

Il sud Italia, la ripartenza: essere felici di poter vivere nella propria terra e potersi creare un futuro al fine utile, è la più grande conquista a questa pandemia.

Caro Diario, rimbocchiamoci le maniche e da ora in avanti troviamo un nuovo titolo al Diario di una quarantena.

Oggi è il primo maggio Festa dei lavoratori, indimenticabile il ricordo dei miei anni vissuti a Roma e del grande concerto che caratterizzava questa giornata. Oggi sembra di essere ad un nuovo evento che si sta svegliando lentamente e che riprenderà in quella meravigliosa cornice chiamata Roma.

Ciao diario probabilmente la prossima volta avrai un nuovo titolo! Chiudo la copertina e grazie per essermi stato vicino in questi mesi difficili.

Ciao, mi hai dato vita immaginando di me un grande compagno di avventura in questo caos. Abbiamo imparato, pianto, ricordato e ci siamo arrabbiati di fronte le ingiustizie. Ora la mia copertina chiusa merita un sorriso tra la tanta folla che il mondo piange, quindi ti auguro di continuare la tua scrittura in un nuovo diario di Ri- … scegli tu cosa.

Ciao a tutti coloro che mi hanno letto, che hanno trovato spunto e anche a chi mi ha criticato.

Stavolta io Diario di una quarantena mi ripongo tra i libri in fila

La copertina chiusa del Diario di una quarantena per un nuovo inizio

Leggi anche Diario di una quarantena – 12 Marzo 2020

Potrebbero interessarti anche...

error: Contenuto protetto - Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: