Comfort food

La cucina che ti accoglie in casa. Il vero cibo da conforto, Comfort food, Polpette, Sformati, Conserve sott’olio e sotto aceto, Carciofi ripieni

Torta di purea di patate

Torta di purea di patate

Ciao, oggi cuciniamo, Torta di purea di patate

INGREDIENTI PER DUE PERSONE

800 GR DI PATATE

2 SALSICCE

8 FETTE DI PROVOLA 

3  CUCCHIAI DI FORMAGGIO DA GRATTUGIARE

2 CUCCHIAI DI PANGRATTATO

1 CUCCHIAIO DI OLIO EVO

 MEZZO CUCCHIAINO DI SALE

COSA SERVE

STAMPO DA 20 /24 CM DI DIAMETRO –  SCHIACCIA PATATE – CIOTOLA – PIATTO FONDO

PROCEDIMENTO

  • Lessate le patate
  • Fatele freddare
  • Privatele della buccia
  • Schiacciatele con lo schiaccia patate
  • In una ciotola unite il sale
  • Mescolate, formando il purea di patate
  • Unite un cucchiaio di formaggio grattugiato
  • A  fondo pirofila versate l’olio evo
  • Poggiate uno strato di purea di patate
  • Appoggiate la salsiccia sbriciolata privata del budello
  • Coprite con il purea di patate
  • Unite la provola 
  • Richiudete con il purea di patate
  • Finite con una spolverata di formaggio grattugiato
  • Completate ricoprendo di pangrattato
  • Cuocete in forno statico 180 gradi per 30 minuti

Come noterete dalla foto e me ne scuso, è difficile resistere perchè è davvero un buon comfort food.

Non mi hanno lasciato il tempo di poter scattare la foto nel piatto come bellezza artistica. Evviva la libertà anche nella libera espressione in cucina.

Torta di purea di patate

Torta di purea di patate

Torta di purea di patate

Torta di purea di patate

A destra vi ricordo il pulsante chat se avete voglia di scambiare due chiacchiere, sarà un piacere conoscerci.

Vi lascio il link della pagine facebook se avete voglia di contattarmi anche li.

Pagina Facebook – gsartecucina

Grazie

 

Tortino di Polenta integrale Sugo e Salsiccia

Polenta integrale Sugo e Salsiccia

Ciao a tutti, oggi cuciniamo Polenta integrale Sugo e Salsiccia.

La polenta integrale è ottenuta dalla farina di mais integrale. La macinazione dei chicchi di mais permette di ottenere la farina di crusca. I valori nutrizionali contenuti comprendono fibre, proteine, e carboidrati, è priva di glutine, il contenuto dei grassi si abbassa grazie alla lavorazione. Per approfondire gli argomenti  “Il tuo quaderno di cucina” vi aiuterà a capire i passaggi della:

  • Molinatura a pietra, spiegandovi l’esfoliazione del chicco, la granulometria. i processi di setacciatura. Conoscere la farina e la lavorazione è importante per la scelta della semola giusta seconda le diverse preparazioni.
  • Forza della farina. Sapere come incide e il parametro che determina la forza della farina del processo di impasto e lievitazione, ci aiuterà ad ottenere composti morbidi.

Le basi della conoscenza degli ingredienti è indispensabile, io sono partita da questo per poter sperimentare. Studiare in cucina è importante per il risultato finale. Ho pensato mentre scrivevo, che leggere i libri di cucina deve essere un momento interessante e semplice, quindi ho unito alle ricette anche l’informazione.

INGREDIENTI

160 GR DI POLENTA INTEGRALE PRECOTTA A VAPORE

650 ML DI ACQUA MINERALE

700 ML DI PASSATA DI POMODORO RUSTICA

4 SALSICCE DI CARNE DI MAIALE

META’ CIPOLLA DI TROPEA

2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

BASILICO

SALE

COSA SERVE

PENTOLA ALTA – PENTOLA – FRUSTA – PIATTO FONDO- ANELLO D’ACCIAIO ROTONDO DA 6 CM.

PROCEDIMENTO

Procedimento preparazione Sugo e Salsiccia

  • Sminuzzate la cipolla
  • Versate in pentola l’olio, aggiungete la cipolla, soffriggete a fuoco medio.
  • Unite la passata di pomodoro Rustica – Cliccate il link della video ricetta come ottenere la Conserva di pomodori
  • Fate cuocere almeno 30 minuti a fuoco medio
  • A fine cottura aggiungete le foglie di basilico

Procedimento preparazione Polenta

  • Bollite l’acqua
  • Aggiungete un cucchiaino raso di sale
  • Fate scendere a pioggia la polenta mescolando velocemente con la frusta
  • Tempo di cottura 10 minuti

Procedimento preparazione Tortino di Polenta integrale Sugo e Salsiccia

  • In piatto fondo appoggiate l’anello
  • Riempite l’anello a tre quarti di polenta
  • Appoggiate sulla polenta la passata di pomodoro rustica, aiutatevi con un cucchiaino
  • Lasciate in posa per un paio di minuti, sfilate delicatamente l’anello

  • Tagliate la salsiccia a rondelle, disponetele intorno al tortino intervallando con la passata

  • Per un piatto veloce servite la polenta in piatto fondo appoggiando su di essa la passata e le salsicce.
Sandwich di Melanzane

Sandwich di Melanzane

Ciao a tutti, Sandwich di melanzane. Semplice da preparare, dal sapore delicato, è un’ottimo comfort food da servire anche come, aperitivo e apericena.

INGREDIENTI DUE PORTATE

1 MELANZANA GRANDE

100 GR DI PROVOLA A FETTE ( in alternativa potete utilizzare la fettine filanti)

1 BOTTIGLIA DI PASSATA DI POMODORO

FORMAGGIO GRATTUGIATO

BASILICO

OLIO EVO

COSA SERVE

COLTELLO LUNGO – PIATTO PIANO – PLACCA DA FORNO

PROCEDIMENTO

  • Tagliate la melanzana a rondelle
  • Ponete sulla placca da forno una fetta di melanzana
  • Appoggiate sopra la provola e una foglia di basilico
  • Ricoprite con la melanzana.
  • Ripetete il passaggio.
  • Fate scendere il pomodoro sulla melanzana
  • Completate con una spolverata di formaggio grattugiato
  • Cuocete in forno a 180 gradi per 30 minuti
  • Servite in piatto piano aggiungendo un filo di olio evo
Sandwich di Melanzane

Sandwich di Melanzane

Le ricette Comfort food le trovi nel racconto di cucina che ho creato per aiutarci e rispondere alle domande che spesso ci poniamo mentre prepariamo i nostri piatti. Una cucina semplice è fatta di un libro utile.

Ti lascio il link, basterà cliccare e verrai reindirizzato

Il tuo quaderno di cucina

Il libro è in libreria on line  e store

Contattami, a destra in basso, trovi la chat

Scrivimi all’indirizzo

Crostata di patate

Crostata di patate

Ciao a tutti, creiamo un buon Confort food, Crostata di patate. La particolarità della ricetta sta nel mantenere equilibrati i sapori e non aggiungere sale!

INGREDIENTI

3 PATATE DI GRANDEZZA MEDIA

100 GR DI PROVOLA TAGLIATA A CUBETTI

200 GR DI BIETOLE

1 SPICCHIO DI AGLIO

2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

COSA SERVE

Stampo crostata diametro 24 – Patate – Coltello – Piatto piano – Padella

PROCEDIMENTO

PREPARAZIONE VERDURA

  • In padella versate l’olio, sminuzzate l’aglio, fate soffriggere leggermente e unite la bietola
  • Cuocete.

PREPARAZIONE CROSTATA DI PATATE

  • Formate le foglie di patata con il pela patate.
  • Disponetele sulla stampo ricoprendolo completamente.
  • Appoggiate la bieta cotta e ricopritela con i cubetti di provola.

  • Richiudete la crostata formando le strisce a foglia.
  • Al centro create un fiore. Basterà ottenere, dalla parte meno spessa della patata (parte laterale),  le foglie, poggiarle a raggiera e porre un cubetto di provola al centro

  • Mettete in forno a 200 gradi per 20 minuti, modalità statico. Posizionate lo stampo al centro del forno.

Crostata di patate

Nuggets

Nuggets

Ciao a tutti, oggi cuciniamo i Nuggets di pollo. Cuocendoli bene dentro e rendendoli croccanti fuori, attraverso piccoli passaggi semplici, possiamo prepararli con i nostri bambini.

INGREDIENTI

250 GR DI PETTO DI POLLO TAGLIATA A FETTA SPESSA

250 GR DI PANGRATTATO

3 UOVA

50 GR DI FORMAGGIO GRATTUGIATO

SALE

OLIO DI GIRASOLE

COSA SERVE

Piatto fondo – 2 Piatti piani – Carta assorbente – Padella –

PROCEDIMENTO

Versate il pangrattato in piatto piano. In piatto fondo battete le uova unendo il formaggio grattugiato e un pizzico di sale.

Ricavate i Nuggets dalla fetta di pollo. Per ottenere una forma precisa basterà: dividerla a metà per la lunghezza e ricavare i Nuggets tagliando in larghezza, vi consiglio di non fare una forma troppo grande di solito le proporzioni ideale sono 3×3 cm. Ricordate che crescono di spessore per via dell’impanatura. Salate i Nuggets ottenuti.

Nuggets

Nuggets

Immergeteli uno alla volta, prima nell’uovo, poi nel pangrattato. Ripetete il passaggio.

Versate l’olio in padella, dovrà raggiungere la temperatura di 150 gradi. Se non avete il termometro, immergete i Nuggets solo nel momento in cui vedrete formarsi sul fondo della padella piccole bollicine.

Consiglio – Per questa tipologia di cottura, è bene mantenere una temperatura dell’olio un pò più bassa, ciò permetterà di ottenere: la cottura all’interno e la croccantezza all’esterno. Ricordate che la carne di pollo, deve essere cucinata rigorosamente bene. 

Per avere un riscontro della cottura, apritene uno a metà e accertatevi.

Nuggets

Nuggets

Appoggiateli su piatto piano ricoperto di carta assorbente

Nuggets

Nuggets

Serviteli con le salse classiche: maionese, ketchup, salsa barbecue e con contorno di patatine o insalata. 

Anche questo buon piatto lo possiamo aggiungere al menù dei nostri Finger food /Street food.

Ti ricordo che per avere le basi di una buona cucina che ti accompagni quotidianamente hai bisogno di

Ti seguirà nella scelta degli ingredienti, nella cura dei piatti e sopratutto avrai sempre con te le ricette tradizionali che saranno le basi per una cucina ideale. 

Alla prossima ricetta.

Melanzane svuotate ripiene

Melanzane svuotate ripiene

Ciao a tutti, oggi cuciniamo le Melanzane svuotate ripiene. La ricetta tradizionale segue il procedimento di tagliare a barchetta la melanzana, ovvero dividerla a metà, togliere la polpa e ottenuto l’impasto riempirla. Ho voluto “sperimentare” un nuovo modo di svuotare la melanzane, e ho ricavato una tasca da riempire. Il risultato finale mi ha dato un piatto ottimo da servire sia caldo che freddo.

Ho deciso di inserirlo nei “Comfort food” della mia cucina e dirvi di aggiungerlo a “IL TUO QUADERNO DI CUCINA” , che vi ricordo trovate in libreria o contattandomi.

Seguite la ricetta

INGREDIENTI PER TRE PORTATE

6 MELANZANE VIOLA

1 UOVO

150 GR DI PROVOLA 

100 GR DI PROSCIUTTO COTTO  A FETTE

100 GR DI FORMAGGIO GRATTUGIATO

1 SPICCHIO DI AGLIO

PANGRATTATO

BASILICO

SALVIA

SALE

OLIO EVO

CONSERVA DI POMODORI se clicchi trovi la ricetta di come fare la conserva di pomodori senza metterla in bottiglia

COSA SERVE

PENTOLA – PIROFILA – SVUOTA POLPA – COLTELLO – PIATTO PIANO

PROCEDIMENTO

Procedimento preparazione tasca melanzane

Pulite le melanzane e privatele del gambo. Togliete la polpa aiutandovi con il leva polpa, abbiate cura di non rompere l’esterno della melanzana. In pentola mettete le melanzane e la polpa a lessarsi. Una volta pronte scolatele e lasciatele un paio di minuti nello scolapasta in modo che coli l’acqua in eccesso. Dividete la polpa dalle melanzane. 

Procedimento preparazione ripieno melanzane

Riducete la polpa di melanzana, basterà pigiarla con una forchetta, aggiungete la provola tagliata a cubetti, il formaggio grattugiato, il prosciutto tagliato a pezzetti. Amalgamate gli ingredienti, aggiungete un pizzico di sale, mi raccomando poco, poiché il contenuto del prosciutto e della provola è già salato. Aggiungete l’uovo che serve a legare gli ingredienti, amalgamate. Riduce a pezzetti l’aglio, il basilico e la salvia, aggiungetela al composto e unite due pugni di pangrattato. Continuate ad amalgamare finché la consistenza non sarà compatta e morbida. Guardate il video, vi aiuta tanto. 

Riempire le melanzane e mettere in forno

Riempite le melanzane del composto ottenuto.

Melanzane svuotate ripiene

Melanzane svuotate ripiene

Disponete in pirofila con un giro di olio evo. Sulle melanzane versate la conserva di pomodoro

Mettete in forno a 150 gradi per 40 minuti modalità statico.

A fine cottura lasciate riposare per due minuti e servite. Sono buone anche fredde.

 

Mi trovi in libreria o contattami
E – mail di contattto gsartecucina@icloud.com
Cipollotti di Tropea sotto aceto

Cipollotti di Tropea sotto aceto

Ciao a tutti, prepariamo i Cipollotti di Tropea sotto aceto. Ottimo comfort food da avere in dispensa.

INGREDIENTI PER UN BOCCACCIO DA 500 ML

500 GR DI CIPOLLA A FORMA PICCOLA DI TROPEA

400 ML DI ACQUA

600 GR DI ACETO DI VINO BIANCO

100 GR DI ZUCCHERO

3 FOGLIE GRANDI DI ALLORO

UN QUARTO DI CUCCHIAINO DA CAFFÈ DI PEPE NERO

UN QUARTO DI CUCCHIAINO DA CAFFÈ DI SALE

ORIGANO

COSA SERVE

2 PENTOLE – COLTELLO – BOCCACCIO DI VETRO DA 500 ML – SCODELLA

PROCEDIMENTO

Preparazione Cipollotti

Pulite le cipolle sfogliandole delle foglie secche esterne, lavatele. Scottatele per 3 minuti in acqua bollente. Appoggiatele in scodella, fatele intiepidire.

Sterilizzare il boccaccio

Sterilizzare i boccacci è semplice. Se siete provvisti di lavastoviglie basterà inserirli e far fare un ciclo di lavaggio. In alternativa ponete il boccaccio a testa in su in pentola colma di acqua bollente, unitamente al tappo e alla guarnizione. La pentola dovrà contenere il boccaccio senza farlo sbattere ai bordi, se dovesse urtare, appoggiate un canovaccio all’interno intorno i bordi della pentola. Riempite d’acqua e fate bollire per 20 minuti. Al termine, riponete a testa in giù il boccaccio appoggiandolo su un canovaccio pulito, fate lo stesso con il coperchio e qualora ci fosse anche la guarnizione. Fate asciugare.

Boccaccio sterilizzato

Preparazione liquido per cipollotti

Aggiungete all’acqua, l’aceto, lo zucchero, il sale, il pepe nero, l’alloro, l’origano, portate il tutto a bollore, aggiungete le cipolle e cuocete per 10 minuti.

Riempire il boccaccio

Inserite sul fondo del boccaccio le foglie di alloro. Riempite con le cipolle e ricopritele con il liquido di cottura. Chiudete il boccaccio ermeticamente. Lasciate riposare in un luogo asciutto non troppo illuminato. Consumate i cipollotti dopo un paio di mesi. Vi consiglio di inserire un’etichetta al baccaccio che vi ricordi la data di conservazione.

Aggiungi al tuo ricettario “Il tuo quaderno di cucina”

Troverai informazioni utili per scegliere e conoscere al meglio le materie prime. Una guida pratica ai tagli di carne. Condividerai le ricette con i tuoi bambini. Per chi non si è mai messo ai fornelli ho inserito ricette semplici. Ti racconto un pò della storia della cucina e di come si è unita alla cucina estera, un vero e proprio anello.

Scoprilo, contattami, se vuoi maggiori info, basta cliccare sull’assistente messenger, ti rispondo.

Per l’acquisto puoi scrivermi o ti lascio il link  della mia casa editrice. 

https://www.libritalia.net/catalogo-libritalia/il-tuo-quaderno-di-cucina

Scopri il racconto di ricette che ho scritto per essere con te in cucina.

Conserva di pomodori

Ciao, Conserva di pomodori. Molte volte si rinuncia a farla in casa per l’utilizzo delle bottiglie di vetro. Il problema nasce nel passaggio in cui la passata va fatta bollire in bottiglia. Vi sono differenti probabilità di buona riuscita o del rischio che le bottiglie possano rompersi durante la cottura in pentola. Ho trovato un modo per conservarla ugualmente non in bottiglia e con lo stesso metodo posso creare i pezzetti di polpa di pomodori.  Il sapore non si altera, è molto pratica, è facile da conservare. Segui la ricetta.

La qualità dei pomodori adoperati è San Marzano, utilizzati anche nella ricetta Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

INGREDIENTI

CONSERVA DI POMODORI  

1 CASSETTA DI POMODORI SAN MARZANO PESO 5KG

BASILICO

COSA SERVE

PASSAVERDURE – PENTOLA – BUSTINE  DA CONGELATORE 18X28 – COLTELLO – BILANCIA – SCHIUMAROLA – SCOLAPASTA

PROCEDIMENTO

Lavate i pomodori 

PROCEDIMENTO POLPA DI POMODORO A PEZZETTI

Private i pomodori dell’attaccatura, divideteli a 1/4 in lunghezza e tagliateli a pezzetti con uno spessore di 0,5 cm. Inserite la polpa ottenuta nel sacchetto del congelatore, con un peso di 300 grammi.

Al momento dell’utilizzo della preparazione delle vostre ricette, potete aggiungere la polpa a pezzetti congelata. 

Conserva di pomodori

Polpa di pomodori

PROCEDIMENTO CONSERVA DI POMODORI

Bollite i pomodori, con la schiumarola appoggiateli nello scolapasta. Posizionate sopra la pentola il passaverdure e iniziate a ridurre i pomodori in passata. La parte della buccia che rimane non buttatela subito, potrà essere ripassata almeno un’altra volta. Fate freddare la passata. Una volta fredda, mettete in bustina aggiungendo le foglie di basilico sia sminuzzate sia intere. Il peso di ogni bustina è consigliato di 250 gr. Mettete in freezer. Ogni volta che vi servirà, toglietela dal freezer fate scongelare e utilizzatela.

Facile semplice e veloce, io me la ritrovo per una buona parte dell’anno, oltretutto non sono costretta ad aprire interamente la bottiglia tradizionale di passata, che ha un peso di 700/750 grammi, molte volte non si consuma completamente e si spreca. Evito il passaggio di bollitura in bottiglia senza alterare il prodotto, ritrovando lo stesso gusto.

Conserva di pomodoro
Seguimi sul canale
Ti aspetto
Pomodori San Marzano

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

Ciao a tutti, Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale. 

In questo periodo, Settembre, i pomodori eccellenti di derivazione di origine protetta, sono parte della qualità chiamata San Marzano. Il nome deriva dall’origine della località di coltura, San Marzano sul Sarno, provincia di Salerno. Il terreno su cui viene prodotto è composto da terra vulcanica, ricca di minerali, il mare e la temperatura beneficiano la produzione del pomodoro rendendolo ancora più pregiato. Le caratteristiche fisiche del San Marzano sono: la forma allungata, il colore rosso intenso, la buccia non troppo spessa, all’interno, ricco di polpa, scarso contenuto di  acqua e semi.

Il pomodoro San Marzano è impiegato nella produzione di salsa e pelati. 

L’eccellenza di questa produzione italiana, risale al 1770. Fù portata in Italia come dono al Re di Napoli Ferdinando I di Borbone. Egli ammirato dalla vista del colore del pomodoro e dalla bontà con cui gli fù servito in tavola, ordinò che fosse piantato nell’area del territorio di San Marzano sul Sarno. 

Considerando che, data la tipologia del pomodoro, prodotta anche come pelato, la cottura  al forno non altera la consistenza, ma lo rende morbido e piacevole al gusto.

Vi consiglio di usare la ricetta come un buon piatto comfort food, servirlo come apericena, portarlo in gita fuori porta, e se come me molte volte vi trovate a mangiare in macchina, conservate i pomodori ripieni in una contenitore per alimenti  e portatela con voi.

INGREDIENTI  PER 4 PORTATE

20 POMODORI SAN MARZANO

300 GR DI RISO ROSSO INTEGRALE

200 GR DI PROVOLA TAGLIATA A CUBETTI

100 GR DI FORMAGGIO GRATTUGIATO

2 CUCCHIAI DI OLIO EVO

BASILICO

SALE

COSA SERVE

LEVA POLPA – PIROFILA – CIOTOLA- PIATTO PIANO – CUCCHIAINO

PROCEDIMENTO

Lavate i pomodori, tagliate a rondella la parte alta. Togliete la polpa del pomodoro con il leva polpa. Salate all’interno e all’esterno. Poggiateli in una ciotola a testa in giù per un’ora.

Cuocete il riso rosso integrale. Scolatelo, unitelo alla polpa aggiungendo il basilico sminuzzato, salate. Aggiungete al composto il formaggio e la provola.

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

CONSIGLIO VEGETARIANO

A vostro gusto potete aggiungere foglie di salvia creare un’ottimo accordo di sapori unendo gli spinaci, basterà scottarli e unirli al composto. 

RIEMPIAMO I POMODORI

Riempite i pomodori del composto aiutandovi con un cucchiaino. Versate l’olio in pirofila e disponete i pomodori ripieni. Naturalmente se avete riempito i pomodori con composti differenti, poneteli in diverse pirofile in modo da distinguerli.

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

IN FORNO

Mettete in forno modalità statico temperatura 180 gradi per 45 minuti

Servite i pomodori ripieni in piatto piano

In alternativa potete creare dei gustosi spuntini da aperitivo o antipasto.  Fate intiepidire i pomodori, tagliateli a rondelle e serviteli.

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

Pomodori San Marzano ripieni di Riso Rosso integrale

Vi lascio il video, seguimi sul mio canale Youtube “gsartecucina”

Aggiungete la ricetta a

“Il tuo quaderno di cucina”

un racconto di ricette che ho creato per voi. Un’anello di piatti che vi accompagna tra i sapori italiani e la cucina estera, passando tra le fiabe. Consigli utili e conoscenza degli ingredienti. Una scrittura semplice anche per i bimbi. Un vero quaderno a portata di tutti. Non resto che aggiungerlo alla vostra libreria di cucina a casa.

Clicca sulla copertina che vedi e verrai reindirizzato per conoscere meglio e dove trovare “Il tuo quaderno di cucina”.

Melanzane sott'olio

Melanzane sott’olio

Ciao a tutti, la ricetta Melanzane sott’olio, la trovate anche in video sul mio canale youtube  GSARTECUCINA

La ricetta è riferita alla realizzazione in quantità di: 800 gr di melanzane sott’olio, ottenute con 2,5 kg di melanzane. Raddoppiate le dosi per quantità multiple. 

INGREDIENTI

2,5 KG DI MELANZANE VIOLA

10 CUCCHIAI DI SALE

1 LITRO DI ACETO BIANCO

5 CUCCHIANI DI ORIGANO

2 PEPERONCINI DOLCI O PICCANTI

4 SPICCHI DI AGLIO

4 FOGLIE GRANDI DI BASILICO

1 LITRO DI OLIO EVO

10 NOCI

VASETTI DALLE DIMENSIONI DI 200 GR O DI 400 GR 

COSA SERVE

PELAPATATE/VERDURE –  CUCCHIAIO DI LEGNO – PENTOLA – SCOLAPASTA – PIATTO PIANO – COLTELLO A SEGHETTO -SCHIACCIAPATATE O PASSAVERDURA CIOTOLA IN VETRO O ALLUMINIO – SCHIACCIANOCI

PROCEDIMENTO

  • METTERE SOTTO SALE

Pulite le melanzane e privatele del gambo. Sbucciatele con il pelapatate. Tagliate a sezioni di un quarto, ovvero prima a metà poi dividete le altre due metà. Formate in lunghezza dei fiammiferi dello spessore di un centimetro. Mi raccomando di rispettare questo passaggio, come ripeto nel video, la consistenza della spessore rende la melanzana elastica alla pressione della strizzatura. Ponete i fiammiferi di melanzana nello scolapasta e salateli. Amalgamate bene il sale. Poggiate lo scolapasta sulla pentola. Sullo scolapasta appoggiate il piatto piano e su di esso create un peso, per esempio lo scatolo interno di sale o zucchero o se avete una pietra pesante, l’importante che il piatto faccia pressione sulle melanzane. Questo passaggio è importante per aiutare a  far scolare le melanzane dall’eccesso dell’acqua. Lasciate le melanzane sotto sale per 24 ore.

Melanzane sott’olio

  • STRIZZARE LE MELANZANE                                                                       

Il passaggio può essere fatto:

  • Strizzando le melanzane con le mani, come vedete nel video.
  • Aiutandovi con lo schiaccia patate o il passa verdure.
  • METTERE SOTTO ACETO

Appoggiate le melanzane strizzate nella ciotola e innaffiatele di aceto. Lasciate riposare per 24 ore.

  • STERILIZZARE I VASETTI

Nel frattempo del riposo delle melanzane nell’aceto, sterilizzate i vasetti. I metodi da usare sono due:

  1. mettere in lavastoviglie i vasetti e i coperchi con le guarnizioni;
  2. mettere i vasetti e i coperchi in acqua bollente e farli bollire per mezz’ora;

Asciugate i vasetti a testa in giù

  • METTERE SOTT’ OLIO                                                                     

Sminuzzate l’aglio, il peperoncino, il basilico.  Se avete comprato il rosmarino in rametto come ho fatto io nel video “scorciuliatelo” ovvero togliete le foglie dal ramo strofinando con le dita. 

Private le melanzane dell’aceto strizzandole, aiutatevi con lo schiacciapatate o il passaverdura o le mani. Ponetele in una scodella. Unite uno alla volta, l’aglio, il peperoncino, il basilico, il rosmarino. Amalgamate finchè gli ingredienti non si saranno incorporati alle melanzane.

Versate in vasetto le melanzane, pressatele. Nel video, come vedete, mi aiuto con la parte alta dello schiaccia noci, usate quindi un utensile che tenda a comprimere. Aggiungete olio, fatelo penetrare tra le melanzane aiutandovi con la forchetta, pressate con lo schiaccianoci e aggiungete olio nuovamente, fate penetrare l’olio tra le melanzane con la forchetta, ripetete il procedimento fino a raggiungere l’orlo del vasetto. Ricoprite di olio.

Sulla parte superiore del vasetto servirà qualcosa che mantenga pressate le melanzane per il tempo di riposo, come spiego nel video vendono dei filtrini in plastica che facilitano la pressione, ma io non amo la plastica! ho pensato cosa potesse sostituire in natura qualcosa che avesse un peso e potesse pressare, ho provato con le noci che ho conservato questo inverno e le ho appoggiate. Richiudete il vasetto con il coperchio, conservate in un luogo che non abbia troppa luce e non subisca sbalzi di temperatura forti, se avete la credenza è ottima. Il giorno dopo controllate che all’interno del vasetto non si siano create delle bolle d’aria, nel caso pressate nuovamente le melanzane e aggiungete olio. Ponete attenzione a questo passaggio, l’aria crea instabilità al prodotto e può produrre funghi che portano muffa.

Guardate i video vi saranno utili nei passaggi essenziali

1 METTERE SOTTO SALE

2 STRIZZARE LE MELANZANE E METTERE SOTTO ACETO

3 METTERE SOTT’OLIO

 

Insalata fredda e Riso venere

Insalata fredda e Riso venere

Ciao a tutti, ricetta Insalata fredda e Riso venere, un buon piatto freddo ricco di sali minerali, magnesio e potassio. Ottimo da gustare quando il corpo vuole energia senza appesantirsi.

Ingredienti  per quattro porzioni

Insalata fredda e Riso venere

200 Gr di patate

10 Pomodorini pachino

 5 Foglie di lattuga

30 Gr di Formaggio da grattugiare

200 Gr di Riso venere

2 cucchiai di Olio evo

Sale fino

Cosa serve

Pentola – Piatto piano – Coltello per formaggio

Procedimento

Bollite le patate fatele freddare, sbucciatele e tagliatele a cubetti. Lavate i pomodorini e tagliateli a metà. Pulite la lattuga e tagliatela. Riducete il formaggio da grattugiare in scaglie. Bollite il riso. In una ciotola amalgamate il tutto e condite con l’olio e il sale. Fate freddare e servite.

Insalata fredda e Riso venere

 

Tortino di patate con pesto di broccoli

Ciao a tutti, novità Tortino di patate con pesto di broccoli

INGREDIENTI

La ricette si riferisce alla quantità sia di un tortino di dimensioni di diametro 10 cm, sia alla dimensione della tortiera dal diametro 24.

4 cipolle di Tropea o rosse

2 fette di provola tagliata 0,50 cm

2 etti di formaggio da grattugiare

3 cucchiai di pan grattato

300 gr di broccoli

5 cucchiai di olio di oliva

sale

COSA SERVE

Tortino diametro 10 cm – Tortiera  diametro 24 – Pentola – Padella – Tritatutto o coltello – Mixer ad immersione – Carta forno

PROCEDIMENTO

PESTO DI BROCCOLI

  • Lessate i broccoli una volta cotti salateli, scolateli e metteteli a freddare.
  • Riduceteli con il mixer ad immersione, aggiungendo 2 cucchiai di olio e 2 cucchiai di parmigiano.

PREPARAZIONE TORTINO/TORTIERA

  • Pulite la cipolla, affettatela finemente
  • in padella versate 1 cucchiaio di olio e unite la cipolla
  • Cuocete per 20 minuti, salate.
  • Sbucciate le patate, tagliatele a rondelle
  • Tritate 150 gr di provola
  • Sul fondo del tortino versate mezzo cucchiaio di olio. (create il fondo del tortino con carta forno)
  • Disponete il primo strato di patate
  • Ricoprite le patate con la cipolla
  • Appoggiate una fetta di provola,
  • Coprite con il pesto di broccoli
  • Chiudete con le patate e ricoprite la superficie di provola tritata e formaggio da grattugiare
  • Cottura, in forno statico a 180 gradi per 20 minuti

Tortino di patate con pesto di broccoli

Tortino di patate con pesto di broccoli

  • Se avete voglia del croccante in superficie, aggiungete il pangrattato

Tortino di patate con pesto di broccoli

PIZZA A MODO DI GSARTECUCINA

PIZZA A MODO DI GSARTECUCINA

Ciao a tutti, oggi vi descrivo come impastare la pizza a modo di gsartecucina. Le prime volte che vi cimenterete non vi scoraggiate se l’impasto verrà o troppo duro o poco lievito. Soltanto con il provarci ripetutamente si diventa veterani della buona pizza.

 

PIZZA A MODO DI GSARTECUCINA

INGREDIENTI per 2 teglie da forno normale

1 kg di farina

1 cucchiaino di sale

50 ml  di olio di oliva

un quarto di lievito per pizza a cubetto

 

COSA SERVE

Spianatoia – Ciotola – Canovaccio di cotone o di tela, se non l’avete fornitevi di Pellicola trasparente

 

PROCEDIMENTO

Sulla spianatoia versate la farina, unite il sale amalgamandolo alla farina, formate una fontanella e versate l’olio, preparate il lievito sciogliendolo in un bicchiere di acqua tiepida.

PIZZA A MODO DI GSARTECUCINAPIZZA A MODO DI GSARTECUCINA

Iniziate a lavorare l’impasto unendo gli ingredienti, se durante la lavorazione sentirete la consistenza dura, aggiungete dell’acqua. Quando la farina sarà completamente assorbita e l’impasto risulterà morbido, prendete la ciotola avvolgete la pizza nel canovaccio o nella pellicola trasparente e fate riposare in un luogo asciutto, il posto ideale in casa è il forno, naturalmente spento.

Quanto è importante il tempo di lievitazione? Tantissimo, vi consiglio di lasciare riposare almeno 4 ore. 

Passato questo tempo, potete lavorarla a vostro piacimento.

Una chicca. Una buon impasto si stende da solo in teglia con il solo aiuto della mani, non ha bisogno del mattarello.

PIZZA A MODO DI GSARTECUCINA

Carciofi ripieni

Ciao a tutti, ricetta Carciofi ripieni. Ortaggio appartenente alla famiglia della Asteraceae dai principi attivi importanti. Ve ne elenco alcuni: magnesio, potassio, calcio, sodio, vitamina C, sali minerale, flavonoidi. E’ ottimo nel garantire una buona digestione dato il basso valore calorico, elimina le tossine, curativo per il diabete,  riduce il colesterolo, è coadiuvante per combattere la cellulite

Carciofi ripieni con:

Mortadella

6 CARCIOFI

200 GR DI MORTADELLA TAGLIATA A CUBETTI

6 FETTINE FILANTI

2 UOVA

200 GR DI PANGRATTATO

1 LIMONE

5 RAMETTI DI PREZZEMOLO

4 CUCCHIAI DI OLIO EVO

2 SPICCHI DI AGLIO

SALE

Carne macinata

INGREDIENTI

6 CARCIOFI

300 GR DI CARNE MACINATA DI MAIALE

200 GR DI PROVOLA TAGLIATA A CUBETTI

100 GR DI OLIVE

5 RAMETTI DI PREZZEMOLO

4 CUCCHIAI DI OLIO EVO

1 LIMONE

SALE

CONTORNO DI COTTURA

300 GR DI PATATE

COSA SERVE

PENTOLA – CIOTOLE – TEGLIA

PROCEDIMENTO

  • Pulite i carciofi, vi lascio il link del tutorial Come pulire i carciofi
  • Immergete i carciofi in acqua e limone per un paio di ore.
  • Lavateli
  • Lessateli, aggiungete all’acqua un cucchiaino di sale.

Carciofi ripieni

  • Tempo di cottura 20 minuti.
  • Toglieteli dall’acqua di cottura, che non butterete, e fateli freddare.

Carciofi ripieni

Preparate il ripieno:

Ripieno mortadella

  • In una scodella unite alla mortadella, le fettine filanti, le uova, il prezzemolo e l’aglio sminuzzati, aggiungete il pangrattato fino ad ottenere una consistenza con impasto morbido, salate;

Ripieno Carne

  • Unite alla carne macinata la provola a cubetti, le olive denocciolate, il prezzemolo e l’aglio sminuzzato, amalgamate e salate;

Carciofi ripieni

  • Riempite i carciofi delicatamente.
  • Appoggiateli in teglia con il fondo di olio aglio, prezzemolo e acqua di cottura dei carciofi precedentemente conservata.
  • Pulite le patate tagliatele a rondelle.

  • Mettete il tutto in forno statico a 160 gradi per 30 minuti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: