Greenpass Rafforzato

Il governo rinforza la circolazione dei cittadini prevenendo il Covid-19, attraverso il Greenpass Rafforzato. L’obiettivo è, aumentare le vaccinazioni, a fronte della libertà collettiva.

La collettività è l’insieme delle persone che occupano uno stesso territorio, in situazione di emergenza pandemica occorrono delle misure che tutelino i cittadini, il greenpass è una di queste misure.

Greenpass due tipologie:

Greenpass Base, rilasciato dal Ministero della salute, la Certificazione attesta una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia viene emessa dopo ogni dose di vaccino)
  • essere negativi al test antigenico rapido nelle ultime 48 ore o al test molecolare nelle ultime 72 ore
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi

Greenpass Rafforzato valido dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022, con DECRETO-LEGGE 26 novembre 2021, n. 172, rilasciato in una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia viene emessa dopo ogni dose di vaccino)
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi
Validità certificazione Greenpass

Dal 15 dicembre 2021, la validità della Certificazione verde COVID-19 da vaccinazione, per le dosi successive alla prima o dose dopo guarigione, passa da 12 a 9 mesi dalla data di somministrazione.

TABELLA ATTIVITÀ CONSENTITE SENZA/CON GREEN PASS “BASE”/”RAFFORZATO”

6 Dicembre 2021 l’Italia ha vaccinato:
  • 98.729.849 della popolazione
  • 47.389.331 – 87,74% della popolazione over 12 (persone con almeno una somministrazione)
  • 45.779.881 – 84,76% della popolazione over 12 (persone che hanno completato il ciclo vaccinale)
  • 361.507 – 0,67% della popolazione over 12 guarita da al massimo 6 mesi

Ripercorriamo

30 Giugno 2020

Attuali positivi 15.563 – Dimessi / Guariti 190.248 – Deceduti 34.767 – Totale casi 240.578

30 Novembre 2020

Attuali positivi 788.471 – Dimessi / Guariti 757.507 – Deceduti 55.576 – Totale casi 1.601.554

6 Dicembre 2020

Casi positivi 755.306 – Dimessi / Guariti 913.494 – Deceduti 60.078 – Totale casi 1.728.878


6 Gennaio 2021

Attuali positivi 568.712 – Dimessi / Guariti 1.556.356 – Deceduti 76.877 – Totale casi 2.201.945

30 Giugno 2021

Attuali positivi 50.441- Dimessi / Guariti 4.081.902- Deceduti 127.566Totale casi 4.259.909

30 Novembre 2021

Attuali positivi 194.270 – Dimessi / Guariti 4.700.449 – Deceduti 133.828 – Totale casi 5.028.547

05 Dicembre 2021

Attuali positivi 232.000 – Dimessi / Guariti 4.742.887 – Deceduti 134.195 – Totale casi 5.109.082

Vaccinarsi non è una controrivoluzione, ma è un gesto di responsabilità sociale collettiva. Credere nella scienza è un atto di amore per se stessi. Non rischiare il contagio, vuol dire non volere morire.

Il Covid-19 non è un gioco di società in cui si vince la quota più alta dei soldi dati dall’Europa e guadagnanti con il sacrificio della popolazione europea, ma un investimento per il futuro dell’Italia, in particolare per le regioni che da anni sono state volutamente messe da parte dalla crescita economica e sociale, le regioni del sud Italia che hanno subito e subiscono attualmente la mancanza di un sistema sanitario stabile, efficiente e che garantisce la salute del cittadino.

Uscire dalla pandemia vuol dire essere liberi, e affinare il senso di libertà.

Il governo dovrebbe pensare coscientemente all’obbligo vaccinale.

Voletevi bene pensando a voi stessi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

error: Contenuto protetto - Content is protected !!