Decreto 24 Ottobre – Libertà per il futuro

Decreto 24 Ottobre – Libertà per il futuro

Unitevi a chi manifesta il diritto di poter vivere con dignità.

Questi decreti ci rendono inermi davanti una pandemia di cui non sapremo mai quando e quanto continuerà. Pensateci, la nostra concentrazione è rivolta solo a questo, tutto ciò che è manovra inaspettata viene esplicitata in piena consapevolezza di stordimento del cittadino che cerca di andare avanti e costruire il proprio futuro.

Vi assicuro che, camminare insieme al popolo e poter gridare “Libertà”, non è inutile. Manifestate il vostro volere.

Il virus c’è, siamo noi a doverci adeguare ad un nuovo stile di vita, ma se continuano a chiuderci non succederà mai!

I contagi sono aumentati e aumenteranno, questo è dovuto a una politica errata di intervento sul territorio durante il periodo estivo e con l’apertura scolastica. Investire nei trasporti per questo governo è inutile, eppure avrebbero tutelato i giovani!

La scuola è riposta. La cultura, l’arte, non hanno posto tra le fila del virus, e tutto ciò si ripercuoterà nel futuro.

I giovani sono condizionati da questo violento modo di essere barricati in casa dai tanti NO. Un giovane posto all’isolamento, è un giovane che ha e avrà difficoltà di inserimento. Un giovane che non pensa a costruire ma a sopravvivere al virus, è un giovane che subisce il pessimismo temporale!

Ma ai governanti questo non fà pietà!

Quindi caro popolo che leggi, ogni volta che una piazza manifesta, unisciti e chiedi Libertà – Lavoro – Dignità –

Diritti che fanno parte della nostra costituzione.

Non vi fate sopraffare dal senso di sfiducia, vogliono questo!

Più noi popolo ci rallentiamo, più loro guadagnano tempo negli interventi di sostegno all’economia che l’Unione Europea ostenta. Ti ricordo che nell’ultimo incontro si sono allungati i tempi per la disponibilità del Recovery fund.

Stiamo subendo un lockdown aperto senza che il governo preventivi l’aiuto economico e sociale al popolo. Dando per scontato che il cittadino che lavora in maniera autonoma ce la faccia da solo!

Dall’altro lato continuiamo a pagare dipendenti statali; il loro stipendio lo difendono da qualunque taglio necessario a favore del cittadino.

File Decreto – Allegati

Art. 1. Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale
Spostamenti sul territorio
  • Delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta la chiusura al pubblico, dopo le ore 21,00, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.
  • È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi
Accesso ai luoghi pubblici e privati
  • È fatto obbligo nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti.
  • L’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento
  • Sono sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento
  • E’ consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti;
  • Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato
  • Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;
  • Sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici
Arte – Musica – Spettacolo –
  • Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto
  • Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso.
  • Con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza.
  • Sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi;
  • Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose.  
Convegni – Cerimonie –
  • Sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza;
  • Tutte le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e in assenza di pubblico;
  • Nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni; è fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza
Scuola
  • Fermo restando che l’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i  servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza,
  • Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari almeno al 75 per cento delle attività, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9,00
Attività Commerciali al dettaglio
  • Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni;
Attività di Ristorazione
  • Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00;
  • Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi;
  • dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico;
  • Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati;
  • Resta sempre consentita la  ristorazione con consegna a domicilio,
  • fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze;
  • Continuano a essere consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, nei limiti e alle condizioni di cui al periodo precedente;
  • Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;  

Non usate la violenza, le parole feriscono di più e restano.

Presidente Conte siamo a Roma, il parlamento non è tuo appartiene al popolo!

Il grido di Libertà – 23 Ottobre

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: