Il Libano può contare sull’Italia – Visita del Presidente del Consiglio Italiano a Beirut

08 Settembre 2020. Il Libano può contare sull’Italia – Visita del Presidente del Consiglio Italiano a Beirut

Affermazione chiara del Presidente del Consiglio Italiano Giuseppe Conte, recatosi a Beirut in occasione del ricordo dell’ esplosione avvenuta il 04 Agosto 2020.

Il Presidente ha:

  • Visitato l’area del porto devastata dall’esplosione del 4 agosto.
  • Ha reso omaggio alle vittime dell’esplosione
  • E’ salito a bordo della Nave “San Giusto” per portare il saluto del Governo ai militari italiani che operano in Libano.
  • Visitato l’ospedale da campo dell’operazione umanitaria italiana “Emergenza Cedri” presso l’Università libanese Campus di Hadat.

Ha incontrato le autorità del governo Libanese:

  • Michel Aoun Presidente della Repubblica Libanese
  • Il Presidente del Parlamento, Nabih Berri,
  • Hassan Diab, Presidente del Consiglio dimissionario della Repubblica libanese. Lascia l’incarico il 10 Agosto dopo l’esplosione.
  • Presidente del Consiglio incaricato, Mustapha Adib. Viene conferito l’incarico dal Presidente della Repubblica il 31 Agosto.
  • Ha incontrato vari esponenti della società civile

 

 Il Presidente Conte, rilascia le dichiarazioni alla stampa al termine dell’incontro con il Presidente della Repubblica Libanese, Michel Aoun, presso il Palazzo Presidenziale di Baabda:

Bisogna ricostruire la fiducia dei cittadini libanesi tra di loro e nelle istituzioni per scrivere una nuova pagina di questione nazionale. E’ un ‘obiettivo che può essere raggiunto se le autorità libanesi si impegneranno tutte in un processo di rinnovamento delle istituzioni e anche delle governance, un processo di rinnovamento che il popolo libanese chiede da tempo.

L’Italia ha profondo rispetto delle prerogative sovrane del popolo libanese, rimarrà al suo fianco auspicando che si possa formare al più presto un nuovo governo che si occupi della ricostruzione e di avviare un programma urgente di riforme per rispondere alle legittime richieste della popolazione e disegnare insieme il libano di domani. L’italia contribuirà al forte sostegno per la stabilità e per la crescita economica del Libano. Il libano ha diritto a un futuro di pace e di prosperità ma anche il dovere di costruire questo percorso per realizzare al più presto questo futuro di pace e prosperità. Il Libano può contare sull’Italia e sul ruolo che l’Italia svolgerà anche in seno all’unione europea e la comunità internazionale per dare un contributo per realizzare questo risultato

Occorre che il popolo libanese possa esprimere con determinazione e coraggio questo percorso riformatore. Bisogna condividere un percorso e perseguirlo tutti insieme.

Viene prospettata la necessità di rivedere l’assetto costituzionale, un sistema costituzionale su base confessionale, quello del Libano. Da parte di molti c’è la richiesta di superare questo sistema confessionale, in direzione di un patto politico istituzionale “Laico”. Non  è compito dell’Italia entrare nel dettaglio delle riforme è compito delle forze libanesi sane. Il libano ha il diritto e il dovere di perseguire questa strada.

Il sistema confessionale a cui fà riferimento Conte, influenza le scelte dello Stato in Libano.

L’appartenenza alla scelta religiosa ha effetti sulla giurisdizione del popolo. I Poteri esecutivo e legislativo esplicati dagli organi dello Stato seguono la scelta confessionale, ovvero religiosa, in modo da ripartire con uguaglianza la volontà del popolo.

Il Libano può contare sull'Italia - Visita del Presidente del Consiglio Italiano a Beirut

Il Libano può contare sull’Italia – Visita del Presidente del Consiglio Italiano a Beirut

gsartecucina

Ciao benvenuti in gsartecucina . Buona lettura tra ricette tradizionali e attualità. Sfoglia il menù. Porta in cucina il blog, lo troverai nel "Il tuo quaderno di cucina" Il racconto di ricette aggiornato sempre con il blog. Buona lettura.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: