Diario di una quarantena – Festa del papà

Diario di una quarantena – Festa del papà

Ciao Diario di una quarantena, oggi 19Marzo 2020, festa del Papà.

Un’augurio immenso a tutti i papà del mondo, sopratutto coloro che sono lontani dai figli.

«Ciao Papà, auguri»

«Grazie figlia mia, a data da destinarsi dobbiamo festeggiare».

« Si Papà. Come sempre. Mi raccomando non uscire».

Non abbiamo mai avuto lunghi dialoghi, ma il silenzio è parte di noi, questo ci fà capire molto di più.

Lui è il mio Papà! Penso sia la cosa più bella che puoi avere nella vita. E’ lui che mi ha insegnato la capacità di credere nei miei ideali fino in fondo. E’ lui che mi ha sempre detto: “l’indipendenza è tutto”, è lui che oggi vede me piangere, ma da egli, non sgorga una sola lacrima solo per darmi forza. E’ lui che su un immenso spartito ha composto la più bella opera, “la famiglia”.

Quindi papà, grazie della vita che mi hai dato. Grazie per avermi insegnato a cavarmela in qualunque situazione, grazie per avermi fatto capire che il silenzio dell’anima vale le parole, grazie per la cultura che mi hai trasmesso, per il senso di responsabilità, grazie per avermi fatto capire che, magari, anche l’amore può essere parte di noi stessi condividendo.

Quando finirà tutto questo, quando come ti dicevo oggi, quel leggero e improvviso soffio di vento gelido che porta le membra a staccarsi dal corpo sarà terminato, staremo tutti insieme, in quella grande immensa caciara che ti avvolge ogni volta che, le piccole donne della tua vita, ti sono attorno. I nipoti ti amano per un grande immenso motivo, il tuo silenzio che insegna. Non so come tu faccia a capire prima che accada tutto, ma mi ritrovo le tue parole sempre nel mio cammino e pur volendo scansarle le ritrovo ad aspettarmi e tu li a insegnarmele qualunque cosa accada.

Grazie papà, non per le case, i soldi, le macchine, il volere, grazie per l’immenso amore.

Diario di una quarantena – Festa del papà

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: